Volley: gara 5 di semifinale amara, passa Piacenza

lube 1' di lettura 02/05/2009 - Si ferma al tie break di Gara 5 della semifinale play off con Piacenza la stagione 2008/2009 della Lube Banca Marche, che in ogni caso fa calare il sipario sulla sua annata con due importanti trofei in bacheca: la Supercoppa Italiana, conquistata lo scorso 20 settembre a Firenze contro Trento, e la Tim Coppa Italia conquistata nei primi giorni di marzo a Forlì, battendo in finale Cuneo.

La quinta è stata una partita caratterizzata da alti e bassi, un po’ come tutta la serie: primi due set vinti agevolmente dalla Copra (25-19 e 25-20), forte dell’incisività al servizio e sulle palle alte, specie quelle in contrattacco (Zlatanov e Marshall su tutti).


Terzo e quarto parziale di marca invece maceratese, con Valerio Vermiglio e Igor Omrcen in cattedra (il croato chiuderà la partita con 27 punti, 51% in attacco, 5 ace e 1 muro), ed un Marko Podrascanin grande protagonista in positivo dopo l’ingresso in campo al posto di Rodrigao (7 punti con 2 ace e 2 muri).

Nel decisivo tie break, giocato nel frastuono di un Pala Rossini stracolmo di tifosi Lube provenienti da tutta la regione (5000 spettatori, tutto esaurito nell’impianto anconetano), Swiderski deve abbandonare presto il campo per un problema al ginocchio (al suo posto Snippe), e Piacenza mette al sicuro la vittoria prendendo il largo già in avvio (4-1, poi 10-5), per poi appoggiarsi con successo sulle magie in attacco di un inarrestabile Marshall. Finisce 15-10 per la squadra allenata da Angelo Lorenzetti, che conquista la sua terza finale tricolore consecutiva: affronterà l\'Itas Trento.

Nella sezione Agonismo-Play off è disponibile il tabellino della partita.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2009 alle 22:55 sul giornale del 02 maggio 2009 - 798 letture

In questo articolo si parla di sport, macerata, lube, treia, volley, lube volley, lube banca marche





logoEV
logoEV