counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Spacca a Roma: incentivi per la rottamazione delle macchine agricole

2' di lettura
1358

gian mario spacca

Il presidente Gian Mario Spacca ha partecipato ad un incontro sui temi legati al piano industriale del gruppo Fiat, che si è svolto a Roma presso l’Auditorium di via Rieti, organizzato dai sindacati nazionali FIM-CISL, Fiom-CGIL, UILM, FISMIC.

Spacca ha rappresentato le Regioni in quanto coordinatore delle attività produttive nella Conferenza delle Regioni. Oltre ai rappresentanti sindacali, i presidenti di Campania, Basilicata, Piemonte, Lazio. Alla base dell’iniziativa un documento unitario dei sindacati che chiede il rilancio dell’economia per affrontare la crisi con una prospettiva di medio periodo: sostegno alla competitività delle imprese e investimenti in innovazione e ricerca.


E, la proposta di un tavolo di confronto che preveda le Regioni perché in molti territori sono presenti realtà produttive del gruppo Fiat e piccole e medie aziende dell’indotto. E’ anche il caso delle Marche, dove a Jesi opera la New Holland , azienda leader nelle produzione di macchine per l’agricoltura, appartenente al gruppo Fiat, che è già ricorsa alla cassa integrazione per tre settimane: una diminuzione delle commesse era stata la motivazione dei dirigenti dell’azienda. A questo proposito il presidente Spacca ha chiesto che vengano estesi gli incentivi per la rottamazione, intervento che ha indotto risultati positivi, al settore delle macchine agricole, comparto rilevante della nostra produzione meccanica. Spacca ha sottolineato che questa misura avrebbe un notevole impatto in realtà dove l’agricoltura è settore trainante e offrirebbe l’occasione di un rinnovamento del parco macchine, con ripercussioni positive sul fronte della sicurezza. Il presidente è stato fortemente critico nei confronti della politica del Governo per fronteggiare la crisi. Lo stesso Accordo di Programma tra Regioni-Governo per i territori investiti dalla crisi della A. Merloni, firmato ad ottobre si è riunito la prima volta solo recentemente. Inoltre tutti i Governi hanno varato pacchetti di misure a sostegno del lavoro, delle imprese, delle famiglie, mettendo a disposizione ingenti risorse.


Il Governo italiano invece, ha messo in campo risorse limitate, che derivano in gran parte dalla riprogrammazione dei fondi FAS per le aree sottoutilizzate. Per fronteggiare la crisi le Regioni stanno facendo la loro parte – ha detto Spacca – ma non possono sostituire il Governo. Ha poi ricordato le misure assunte nelle Marche: ammortizzatori sociali in deroga, contratti di solidarietà, contributi di solidarietà, anticipo della cassa integrazione da parte delle banche, iniziative per sostenere il sistema delle piccole e medie imprese con il Fondo di Garanzia. Spacca ha detto che queste critiche verranno rilanciate in occasione dell’incontro che si svolgerà a Roma con il Ministro Scajola il 6 maggio.



gian mario spacca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2009 alle 17:58 sul giornale del 02 maggio 2009 - 1358 letture