counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Petrini: ottima e sicura la carne suina marchigiana

1' di lettura
724

maiale

“Nessuna psicosi ed evitare inutili allarmismi che possono danneggiare il nostro settore suinicolo. La carne di maiale si può mangiare perché è sicura sotto ogni punto di vista”.

Così l’assessore regionale all’Agricoltura, Paolo Petrini, ha voluto riportare alla luce che come le paure ingiustificate degli anni passati hanno prodotto un drastico calo dei consumi di carne, provocando perdite notevoli al sistema produttivo, l’effetto domino questa volta può mettere in ginocchio un settore già in crisi.


“Mentre nei casi della mucca pazza e della febbre aviaria– ha detto Petrini - si potevano avere dubbi sul consumo delle carni, è accertata che la nuova influenza non si trasmette consumando prodotti animali, ma attraverso il contagio uomo-uomo. Quindi, continuiamo a mangiare carne suina, prosciutti e salami, in particolare i prodotti marchigiani, perché i nostri allevamenti sono sottoposti a rigidi e rigorosi controlli. Inoltre, nelle Marche le produzioni si approvvigionano di materie prime nazionali come il prosciutto di Carpegna Dop e il ciauscolo Igp. Per le carni fresche, invece, la Regione ha predisposto il marchio “QM”, anche alla luce dei principi adottati dalla Commissione Europea nella regolamentazione in materia di sicurezza alimentare.


Ai fini della concessione della licenza d’uso del marchio QM, i prodotti agricoli e agroalimentari che possono essere oggetto dell’apposizione del marchio devono possedere due requisiti essenziali: l’informazione, per ogni unità minima di prodotto all’atto d’acquisto, relativa alla tracciabilità e il rispetto degli standard di qualità, della materia prima, dei semilavorati e del prodotto finito, stabiliti nei disciplinari di produzione”.



maiale

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2009 alle 16:28 sul giornale del 02 maggio 2009 - 724 letture