counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Brandoni: ipocrisia da sacrestani di diversi candidati a sindaco di Ancona

1' di lettura
816

giuliano brandoni

\"Che l’Arcivescovo di Ancona esprima forte il suo monito nei confronti delle iniziative che l’UAAR ha promosso è nelle sue prerogative e nei suoi “compiti istituzionali”. Forse tali osservazioni avrebbero meritato parole meno irose - visto che il termine vergogna potrebbe essere potrebbe meglio essere indirizzato allo scandalo della povertà e alle bestemmie dell’intolleranza nei confronti verso i diversi e i più deboli - e, permetta Sua Eminenza, l’intelligenza dell’ascolto.\".

Non è qui, non è con un comunicato stampa che si può discutere di ateismo e di senso della fede, ma è certo che chi vive e testimonia il dubbio religioso è portatore di riflessioni e di indagine, nonchè di sofferenze intellettuali, a cui si devono ascolto e rispetto.



Quello che stupisce invece è l’ipocrisia da sacrestani con la quale si sono espressi numerosi esponenti politici tra cui diversi candidati a sindaco di Ancona. La laicità è valore fondante della comunità sociale e elemento ispiratore certo della nostra carta costituzionale, nonché principio indiscusso di civiltà. Essa prevede la possibilità anche dell’espressione incensurabile delle proprie opinioni in campo religioso, quando queste siano espresse nelle forme della civile convivenza evitando l’insulto e il dileggio. E in questo senso gli striscioni dell’UAAR sono sobri e rispettosi.



Invece scomposte e codine sono le considerazioni di molti politici dal sorriso facile che pur di accattivarsi qualche consenso si rifugiano nel più classico cerchiobottismo o, peggio, banalizzano queste questioni genuflettendosi al senso comune anziché difendere il principio, anch’esso sacro, della libertà d’opinione.



giuliano brandoni

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2009 alle 14:51 sul giornale del 29 aprile 2009 - 816 letture