Grande successo in Francia per il Teatro dei Bottoni: compagnia tutta marchigiana

romeo e giulietta 2' di lettura 05/04/2009 - Il teatro dei Bottoni è una giovane realtà marchigiana composta da sette elementi di differenti provenienze artistiche: al suo interno, infatti, ci sono attori, registi, operatori teatrali e videomakers, provenienti da ogni provincia della regione, con un\'eccezione romagnola.

La loro prima produzione “Only you - la storia di Romeo e Giulietta”, porta la firma del regista Antonio Viganò-fondatore del Teatro la Ribalta di Bolzano, che i sette hanno incontrato al corso Ifts-per operatori di teatro educativo e sociale, dove anche loro si sono conosciuti, promosso dal Teatro Stabile delle Marche e dalla Regione Marche.

Lo spettacolo, che ha toccato alcune delle principali città italiane (come Pisa, Napoli, Firenze e Milano), ha da poco varcato la frontiera, giungendo presso il Teatro Le Grand Bleu di Lille (www.legrandbleu.com), in Francia, dove i sette si sono esibiti in francese, riscuotendo notevole successo di pubblico e di critica e il consenso del console che era presente alla manifestazione. Un\'esperienza che ha permesso loro di confrontare le reazioni del pubblico adolescente distante migliaia di km e che si emoziona e spaventa, riconoscendosi nelle storie dei protagonisti.

Queste le parole di Antonio Viganò: “Del dramma di Romeo e Giulietta mi interessa la violenza crudele dei genitori di Giulietta nei confronti della propria figlia. Non mi interessa l\'amore romantico e sdolcinato dei due protagonisti, mi interessa quel testo e soprattutto quel monologo del padre Capuleti (ATTO III scena V) che è di una violenza inaudita. Quelle due pagine sono state per me rivelatori di una cattiveria che spesso, alcuni adulti, esercitano sui figli. Un potere capace di obbligare qualcuno a una vita che lui non vuole.

Lo spettacolo è tutto lì, nasce da lì e finisce lì, e racconta che la vera vittima , quella che paga il prezzo più alto per il suo amore, è il personaggio di Giulietta perché è la sola che per inseguire il suo amore deve battersi, lottare, contro leggi e costumi che gli sono imposti. Giulietta è dentro la realtà della violenza dei rapporti famigliari, concreta, conflittuale, ribelle, mentre Romeo, a mio parere più leggero, è solo innamorato dell\'idea dell\'amore. Questo è quello che abbiamo avuto la necessità di raccontare
.”

Uno spettacolo fatto di immagini che sono capaci di emozionare e toccare.

Il Teatro dei bottoni è on line:

http://profile.myspace.com/index.cfm?fuseaction=user.viewprofile&friendID=395269345

http://www.youtube.com/user/teatrodeibottoni

www.teatrodeibottoni.org








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2009 alle 18:24 sul giornale del 06 aprile 2009 - 1191 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, tetaro, francia, Teatro dei Bottoni, compagnia teatrale marchigiana





logoEV