counter

Atletica: da Cuba alle Canarie, il viaggio di Clarissa Claretti

Clarissa Claretti 2' di lettura 14/03/2009 - Dal sole di Cuba a quello delle Canarie. E\' stato un inverno caldo, e non solo per questioni di temperatura atmosferica, quello di Clarissa Claretti. La martellista marchigiana dell\'Aeronautica, reduce da un lungo periodo di preparazione sull\'Isla caraibica (sei settimane: è rientrata in Italia lunedì sera), sarà protagonista nel weekend della Coppa Europa di lanci invernali, in programma sul territorio (spagnolo) delle Isole Canarie.

Con un certo grado di attesa, motivato dal trittico di gare disputate (e vinte), con una punta di 71,66, proprio a Cuba. \"Ho lavorato duramente - racconta la Claretti - con il gruppo della vicecampionessa olimpica di Pechino Yipsi Moreno. E\' stata un\'esperienza bellissima, da ogni punto di vista: ho vissuto la metodica di lavoro cubana, la loro dedizione nell\'allenamento, ma anche la loro allegria, spensieratezza, lo star bene insieme\".


Interessante anche l\'approccio all\'allenamento: \"Si sta in campo praticamente dalla mattina alla sera, passando dalle varie esercitazioni tecniche al lavoro di pesi. Il tutto però, come dicevo, con grande partecipazione ma altrettanta leggerezza. Questa esperienza è la naturale evoluzione dell\'ottimo rapporto che personalmente ho sempre avuto con la Moreno e il suo allenatore: ne sono decisamente soddisfatta\".


Dal punto di vista tecnico, la Claretti racconta di aver introdotto alcune novità nel suo lancio: \"Difficile riassumere a parole, diciamo che ho sperimentato qualcosa di diverso sia nella partenza sia nel finale, e che sono abbastanza fiduciosa sull\'efficacia di queste piccole variazioni. Con il supporto di Brichese credo che riuscirò a tradurre questi cambiamenti in miglioramenti concreti già fin da quest\'anno. Ecco perché ho scelto di gareggiare subito, voglio capire cosa valgo in questa parte della stagione\".


In gara alle Canarie la Claretti troverà la compagna di nazionale Silvia Salis (Forestale) e soprattutto la campionessa del mondo in carica, la tedesca Betty Heidler, capace sabato scorso di lanciare già a 74,25. \"In realtà non so cosa aspettarmi: sono molto carica, ho voglia di gareggiare, e questo per il momento mi basta\". L\'obiettivo finale di stagione della Claretti, naturalmente, è il Mondiale di Berlino, dove l\'azzurra si presenterà in forza del settimo posto centrato ai Giochi Olimpici di Pechino dello scorso anno (lo stesso piazzamento dei Mondiali di Osaka 2007).


   

da Federazione Italiana Atletica Leggera




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2009 alle 18:49 sul giornale del 14 marzo 2009 - 764 letture

In questo articolo si parla di sport, Federazione Italiana Atletica Leggera


logoEV
logoEV