Trasfusioni: 1 milione di euro per incrementare la produzione di sangue

prelievo 2' di lettura 08/01/2009 - La Giunta regionale ha approvato il regolamento sull’utilizzo del fondo regionale 2008 per la remunerazione incrementale della produzione del Dipartimento interaziendale regionale di medicina trasfusionale (Dirmt).

Il fondo, che ammonta a un milione di euro, è assegnato al personale del Dipartimento coinvolto nel progetto per assicurare la produzione di sangue e di emocomponenti in tutte le strutture di ricovero e cura della regione. Una quota del 12 per cento, corrispondente a 120.000,00 euro, è utilizzata per finanziare progetti strategici a valenza annuale; la parte restante, pari a 880.000,00 mila euro, è ripartita tra le unità operative del Dirmt in base alla dotazione organica e al raggiungimento degli obiettivi quantitativi e qualitativi concordati con le parti interessate.


Il progetto, avviato nel 2004 con la costituzione del Dirmt, ha permesso lo scorso anno di raggiungere l’autosufficienza e far fronte, oltre alle richieste degli ospedali regionali, anche ai fabbisogni del Centro regionale trapianti dell’Ospedale di Torrette di Ancona. “Un risultato lusinghiero reso possibile – sottolinea l’assessore regionale Almerino Mezzolani - dalla generosità di migliaia di donatori marchigiani, maturato, oltretutto, in un contesto di difficoltà di regioni notoriamente donatrici come la Toscana e l’Emilia-Romagna, che pone le Marche ai primi posti nella cultura della solidarietà“. “Possiamo oggi dichiarare - spiega Mario Piani, direttore del Dirmt - struttura che accorpa 12 unità operative di medicina trasfusionale, 91 centri di raccolta sangue e opera in stretta sinergia con le associazioni dei donatori di sangue - di aver raggiunto l’autosufficienza per tutti i prodotti labili (emazie, piastrine, plasma per uso clinico) e per i farmaci derivati dal plasma (albumina,AT III,fattori della coagulazione). Una sola eccezione: le immunoglobuline endovena, carenti in Italia, così come in tutto il mondo, che richiedono uno sforzo produttivo difficilmente raggiungibile”.


“Particolarmente soddisfacenti i risultati del 2008 che si è chiuso - aggiunge Piani - con un netto incremento delle donazioni, tanto da permetterci di superare la soglia di 70 mila unità di emazie, mentre la produttività totale, rappresentata dalla raccolta di sangue, emocomponenti e produzione di farmaci, ha mantenuto il trend di crescita programmato ( 3 per cento), con un ulteriore aumento per quanto attiene il plasma di grado farmaceutico ( 35 per cento oltre la soglia stimata)”. Positivi anche i risultati in termini qualitativi; il Dirmt ha rinnovato nel 2008 la certificazione Iso 9001.2000 in tutte le sue strutture regionali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-01-2009 alle 01:01 sul giornale del 08 gennaio 2009 - 714 letture

In questo articolo si parla di regione marche, politica





logoEV
logoEV