Senigallia: deturpato con simboli satanici il Gesù Bambino del presepio

chiesa del portone 1' di lettura 29/12/2008 - Oltraggiata la statuetta di Gesù Bambino del presepio allestito davanti alla chiesa del Portone. Un gesto turbe e sacrilego quello compiuto nella notte tra il 25 e il 26 dicembre.

Il Bambin Gsù, posto al centro della Natività allestita dalla parrocchia anche all\'esterno della Chiesa, è stato profanato con segni che richiamano al satanismo.


Alla statua di Gesù è stato incendiato il volto e gli occhi. Ma non solo. Oltre a vari sfregi lungo il corpo, il simbolo più inquietante che non è passato inosservato ai primi fedeli che il giorno di Santo Stefano si recavano in Chiesa per le celebrazioni del mattino, sono stati i tre numeri impressi sulla statuetta. 666, che nel gergo delle sette è uno dei simboli satanici, e una croce rovesciata.


Immediatamente la statuetta di Gesù Bambino è stata rimossa dal presepe. Sulla vicenda i parrocchiani tendono a gettare acqua sul fuoco, imputando il gesto ad “una bravata di cattivo gusto compiuta da qualche ragazzino”.






Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 29 dicembre 2008 - 2314 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, chiesa del portone





logoEV
logoEV