counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Approvato il bilancio regionale 2009

5' di lettura
1407

bilancio

La Regione Marche si presenta con i conti in ordine, i rating positivi e un’attenzione speciale alle fasce deboli della popolazione, alle famiglie, alle piccole imprese.

Il Bilancio regionale 2009 si caratterizza, infatti, per una specifica finalità anticiclica e anticrisi, a tutela del lavoro, della coesione sociale e dello sviluppo. “Possiamo guardare al 2009 con maggiore fiducia – ha commentato il presidente Gian Mario Spacca questa mattina nel corso di una conferenza stampa - anche grazie ad un bilancio regionale anti-crisi, equo e solidale. L’approvazione immediata del bilancio è stato un segnale chiaro e netto di attenzione verso la comunità marchigiana, di coesione della maggioranza regionale e di responsabilità da parte della minoranza. Era fondamentale mettere velocemente disposizione delle Marche le risorse del bilancio 2009, per aiutare cittadini, famiglie e piccole imprese ad affrontare un “annus horribilis”. La maggioranza è riuscita in tale risultato approvando il bilancio con un solo giorno di votazioni.


E’ la prima volta da inizio legislatura. E’ un segnale di fiducia – ha proseguito Spacca - per l’intera comunità marchigiana, che potrà contare su risorse incrementate rispetto all’anno scorso e su nuovi strumenti di intervento per tutelare le fasce deboli della popolazione e le piccole imprese: Fondo di solidarietà, Fondo sociale, Fondo ammortizzatori sociali in deroga. Tali interventi si sviluppano in un quadro di conti in ordine: il debito si riduce; le tasse sono congelate ed anzi le entrate tributarie manovrabili si abbassano; il disavanzo della sanità è azzerato.” Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore al bilancio Pietro Marcolini:“Di fronte ad un anno che si prospetta pieno di difficoltà come non mai – ha detto - l’approvazione del bilancio di previsione permette alla Regione di avviare senza soluzione di continuità la gestione finanziaria 2009; infatti gli interventi previsti, a partire da quelli per le imprese e le famiglie, potranno diventare immediatamente operativi. Il dibattito consiliare ha ulteriormente arricchito la manovra di bilancio rafforzando le misure in grado di contrastare il negativo trend economico in atto. Il bilancio di previsione – ha aggiunto Marcolini - deve diventare lo strumento per contrastare la crisi, condiviso dalle istituzioni locali, dalle associazioni economiche, che possa in tempi rapidi riorganizzare una quota ampia delle risorse disponibili, comprese quelle di provenienza comunitarie (1287 milioni nel periodo 2007-2013)”. Presente alla conferenza stampa anche il presidente del Consiglio regionale Raffaele Bucciarelli che ha voluto sottolineare “l’impegno responsabile e concreto dell’assemblea per la rapida approvazione del bilancio considerata la straordinaria situazione e la diminuzione della spesa dell’aula stessa. Rispetto allo scorso anno – ha spiegato – abbiamo ridotto i costi della politica di un ulteriore 3% riducendo le consulenze, le missioni e le auto di servizio. Attualmente le Marche vantano in questo settore la spesa più bassa d’Italia”


LA MANOVRA Il profilo generale della manovra finanziaria 2009 della Regione può essere così riassunto: Risorse regionali - Aumentano le risorse complessive a disposizione della comunità, da 592 a 608 milioni di euro. Fondi di solidarietà: • 5 milioni per il Fondo sociale su affitti, mutui e precariato, integrabile con apporti delle Fondazioni bancarie; • 5 milioni per il Fondo per il lavoro che contro garantisce nuovi finanziamenti richiesti dalle PMI per evitare impatti occupazionali della crisi finanziaria. Complessivamente il plafond di finanziamenti agevolati dal Fondo potrà ammontare a circa 200 milioni di euro; • 47 milioni euro per il fondo per gli ammortizzatori sociali in deroga per le imprese con meno di 15 addetti; • prosecuzione del progetto contro il carovita ed il blocco dei prezzi. Pressione fiscale - I tributi manovrabili si riducono di -2,95%; 2 cittadini marchigiani su 3 continuano a non pagare l’addizionale Irpef in nome deI principi di equità e progressività. Debito - Viene ridotto ulteriormente, da 1.277 a 1.272 milioni di euro. Il controllo rigoroso della spesa pubblica regionale si ripercuote positivamente anche sul debito: si liberano così risorse prima vincolate a onorare spese improduttive, come quelle per interessi. Sanità - Si consolidano i conti in ordine, con un disavanzo azzerato secondo i report 2008 del Ministero dell’Economia. Un risultato ancora più significativo perchè è stato ottenuto senza comprimere i livelli di produzione sanitaria, ovvero i servizi diretti al cittadino. Rating - Standard&Poor’s conferma A+ stabile, massimo tra le Regioni, uguale al livello dell’Italia. Le motivazioni che hanno condotto alla conferma del rating, si legge nel comunicato ufficiale di Standard&Poor’s, sono principalmente legate “al moderato livello di indebitamento, ai risultati finanziari e manageriali raggiunti dalla sanità marchigiana e alle considerevoli risorse nazionali e comunitarie per gli investimenti”. Evasione - Recuperati 57 milioni di euro dal 2005


LE TRE PRIORITA’ DEL PIANO ANTICRISI DELLA REGIONE: LAVORO, LIQUIDITA’ E INVESTIMENTI Il Bilancio regionale 2009 si inserisce nel Piano predisposto dalla Regione per fronteggiare la difficilissima congiuntura internazionale e nazionale, che prevede per l’anno prossimo tre linee di intervento complementari: 1. Tutela del lavoro e della coesione sociale: sostegno al reddito ed al potere di acquisto di lavoratori, famiglie e soggetti deboli, con i fondi di solidarietà, per il sociale, per gli ammortizzatori in deroga. 2. Massima liquidità per le Marche: sostegno finanziario alle piccole imprese attraverso il Fondo di solidarietà e garanzia, per facilitare l’accesso al credito e limitare impatti occupazionali negativi, e con l’attivazione di nuovi finanziamenti BEI, FEI, FEG. 3. Investimenti strategici: oltre 7 miliardi di euro di investimenti programmati ed in corso - le dimensioni sono quelle di una Finanziaria nazionale - in infrastrutture viarie e di trasporto, in reti immateriali a banda larga, in innovazione e ricerca, in infrastrutture sanitarie e scolastiche, in interventi del Piano-casa regionale.



bilancio

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 18 dicembre 2008 - 1407 letture