counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Senigallia: doppio colpo alla Banca delle Marche, rapine da 47 mila euro

3' di lettura
1418

rapina generica

Doppio colpo nel giro di poco più di un\'ora ieri mattina negli istituti di credito di Marzocca e di via Cellini della Banca delle Marche.

Doppia rapina ieri mattina a Senigallia, in via Cellini, e Marzocca. Nel mirino dei malviventi le filiali della Banca delle Marche. La prima rapina intorno alle 12,10 alla Banca delle Marche della frazione senigalliese situata lungo la statale adriatica. Due uomini a volto scoperto sono entrati all\'interno della banca dove si trovano tre impiegati e due clienti. All\'apparenza sembravano due clienti come tanti ma all\'improvviso uno dei due ha gridato: “Tutti a terra o vi ammazziamo”. Una minaccia che non è stata accompagnata però dalla messa in mostra di alcun tipo di arma, tanto da far ragionevolmente pensare agli inquirenti che i due rapinatori fossero disarmati. Un grido che comunque ha creato attimi di panico all\'interno della filiale. I due malviventi hanno poi subito intimato ai cassieri di consegnare loro tutto il denaro contenuto nelle casse. Un ordine al quale ovviamente gli impiegati dell\'istituto di credito hanno prontamente ubbidito. In pochi istanti i due malviventi hanno arraffato in una busta di plastica denaro contante per ben 22 mila euro.



Un bottino con cui sono subito scappati in sella ad uno scooter dirigendosi, stando ad alcune testimonianze in direzione sud, verso Ancona. Sul posto sono subito intervenuti i Carabinieri della stazione di Marzocca insieme a quelli della Compagnia di Senigallia coordinati dal capitano Roberto Cardinali mentre un elicottero dell\'Arma si alzava sopra il cielo di Senigallia nel tentativo di individuare la fuga dello scooter. E proprio mentre c\'era ancora grande fermento e dispiego di militari nella frazione alla periferia di Senigallia, in centro si stava compiendo la seconda rapina e sempre ai danni della Banca delle Marche. Di mira stavolta la filiale di via Cellini. Anche in questo caso ad agire sono stati in due. Mentre il palo aspettava il complice in auto pronto per la fuga, il secondo, un ragazzo dall\'aspetto piuttosto curato e a volto scoperto, si è presentato al box di ingresso della banca. Anche se il viso non era noto al personale dell\'istituto di credito, il giovane, spacciandosi comunque per un cliente, è riuscito a farsi aprire la porta elettronica.



Una volta all\'interno, intorno alle 13,30, il giovane ha estratto dalla tasca dei jeans un taglierino con cui ha intimato alle due cassiere (le sole all\'interno della banca insieme ad una addetta alle pulizie) di prelevare immediatamente il contante in cassa. In questo caso il bottino è stato di 25 mila euro. Il rapinatore è poi scappato a bordo di una vettura che lo attendeva in via Cellini sgommando verso via Mattei. Secondo gli investigatori i due episodi non sarebbero collegati tra di loro ma si tratterebbe semplicemente di una coincidenza che chiama in causa lo stesso istituto bancario nello stesso giorno.



rapina generica

Questo è un articolo pubblicato il 23-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 agosto 2008 - 1418 letture