Senigallia: oggi il rientro della salma di Baldassarini

mario baldassarini 3' di lettura 22/08/2008 - E\' previsto per questa sera il rientro a Senigallia del corpo di Mauro Baldassarini, l\'escursionista morto martedì sulla cima del Punta Nera. Tanta la commozione e lo sgomento in città.

La notizia del tragico incidente accorso all\'imprenditore senigalliese ha subito fatto il giro non solo della città ma anche di Falconara. Proprio nella cittadina della raffineria infatti l\'uomo era particolarmente conosciuto. Baldassarini infatti era cotitolare della Mbb Ascensori s.r.l., azienda dove tra l\'altro lavorano anche i due figli dell\'imprenditore Renzo e Lucia. Proprio i dipendenti dell\'azienda, che da anni opera nel settore del sollevamento e di cui Baldassarini era responsabile dell\'ufficio commerciale, ieri mattina, sono stati colti da grande commozione e sgomento per la morte improvvisa del loro titolare. Sotto shock anche la moglie Iris che si trovava in vacanza insieme al marito al momento della tragedia e che ora veglierà il feretro del compagno accompagnandolo anche nel rientro. Da Cortina d\'Ampezzo infatti la salma di Baldassarini partirà oggi per arrivare a Senigallia in serata, intorno alle 20. Subito sarà allestita la camera ardente presso la chiesa del Portone, parrocchia di appartenenza dei due coniugi che risiedono in via Volta. I funerali sono già stati fissati per le 9 di venerdì mattina.

L\'escursione fatale che ha costato la vita al 57enne senigalliese è apparsa a quanti lo conoscevano, e ai colleghi di lavoro in particolare, davvero inconcepibile. Baldassarini infatti era un conoscitore della montagna. Sua grande passione insieme a quella per la moto. E nonostante il sentiero particolarmente impegnativo che martedì mattina aveva deciso di compiere, Baldassarini era considerato da tutti prudente e cauto. La montagna però, come è noto, non permette neanche il minimo errore. Durante il percorso di discesa su un sentiero non attrezzato che dalla cima di Punta Nera, vetta del gruppo del Faloria, riconduceva a valle, Baldassarini è scivolato precipitando per una quindicina di metri sulle rocce, fino al sentiero sottostante a quota 2.600 metri. Una caduta che non ha lasciato scampo all\'escursionista, morto praticamente sul colpo a seguito delle gravi ferite riportate alla testa e in varie parti del corpo. A trovare il corpo già privo di vita dell\'uomo, intorno alle 14,30 di martedì, è stato un gruppo di escursionisti che Baldassarini aveva conosciuto in mattinata e con i quali aveva deciso di affrontare il percorso in salita. Una volta arrivati alle meta però Baldassarini si è separato dal gruppo per iniziare il rientro a valle da solo.

Il resto del gruppo, partito poco dopo, nella discesa ha fatto l\'amara scoperta. Di qui l\'immediato allarme al Soccorso Alpino di Cortina D\'Ampezzo che, intervenuti con un elicottero, ha recuperato il corpo dell\'uomo. Sconvolta, riferiscono i medici che hanno informato la donna della tragedia, la moglie Iris che attendeva il rientro del marito dall\'escursione nel campeggio di Campo di Cortina. La donna rientrerà a casa oggi insieme, purtroppo, alla salma del marito.





Questo è un articolo pubblicato il 22-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 agosto 2008 - 2020 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, falconara, senigallia, mario baldassarini, cortina d\'ampezzo





logoEV