Senigallia: truffa dello specchietto, scoperte altre due vittime

Oronzo Convertini|Domenico Deiure|Francesco Caputo 1' di lettura 14/08/2008 - Ulteriori sviluppi nella vicenda dei tre pugliesi arrestati l\'8 agosto scorso per estorsione.

Novità sulla vicenda dei tre pugliesi arrestati l\'8 agosto scorso per estorsione. Grazie alle foto diffuse dai media altri due anziani hanno riconosciuto i tre malviventi come gli autori delle truffe da loro subite e si sono rivolti ai Carabinieri della Compagnia di Senigallia. Le indagini hanno così permesso di scoprire altri raggiri perpetrati da Oronzo Convertini, del \'70, Domenico Deiure, del \'78, e Francesco Caputo, dell\'89, ai danni di due pensionati senigalliesi.


Nel primo caso, il 6 agosto, un\'anziana di 92 anni è stata avvicinata sulla porta di casa da uno dei tre che, spacciandosi per un intimo amico del nipote, le ha chiesto 1.800 euro. Per rendere ancora più credibile la cosa, il pugliese le ha anche passato al cellulare uno dei complici che con voce flebile e spacciandosi per il nipote ha chiesto alla donna di consegnare il denaro. Avuti i soldi tutti e tre sono scappati a bordo della Lybra.


Il secondo caso si è verificato il giorno seguente. Nel mirino stavolta un pensionato truffato con la tecnica dello specchietto. Mentre percorreva la provinciale arceviese, all\'altezza di Ostra Vetere, i tre hanno incrociato l\'auto della vittima e lanciandogli una biglia di vetro hanno simulato il rumore dell\'impatto. Fermatosi, l\'anziano ha constatato i finti danni sulla vettura dei malviventi e dietro pressioni psicologiche ha consegnato loro 145 euro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 14 agosto 2008 - 1478 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, domenico deiure, oronzo convertini, francesco caputo





logoEV