counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Dalla Regione stanziate nuove risorse per il trasporto pubblico

4' di lettura
977

busancona

In netta controtendenza con il governo nazionale, la Regione Marche aumenta le risorse per il trasporto pubblico locale al fine di migliorare e rendere più efficienti i servizi in un’ottica di compatibilità ambientale

Lo ha annunciato questa mattina l’assessore ai trasporti Pietro Marcolini illustrando gli interventi previsti per il settore nel corso di una conferenza stampa ad Ancona che ha fatto seguito agli incontri con le Province, i Sindacati e le aziende del Tpl. Tra le principali novità le modifiche dei corrispettivi e delle percorrenza chilometriche ammesse a contributo “al fine – ha spiegato Marcolini –di rendere più omogenei i servizi soprattutto per quanto riguarda il trasporto pubblico urbano”. Oltre ai 2 milioni e 750mila euro previsti per l’adeguamento all’inflazione (4,5%) sono stati aggiunti altri 916.275 euro. Di questi 177.337 euro vanno all’adeguamento ad euro/km 1,35 per i Comuni con popolazione residente al 2001 superiore a 15mila abitanti e un corrispettivo chilometrico inferiore a euro/km 1,35 e171.095 euro serviranno all’integrazione chilometrica per i Comuni con popolazione residente al 2001 superiore a 30mila abitanti e con rapporto km a contributo/abitante inferiore a 12.


Al Comune di Ancona è assegnata una quota di 150mila euro per servizi di interesse regionale: collegamenti porto, aeroporto e ospedale. Attenzione particolare anche per la nuova Provincia di Fermo con un’integrazione chilometrica a favore dei Comuni di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio di 38.596 km per 50mila euro e alla riorganizzazione del bacino di Urbino per 93.453 euro. Tra le altre azioni Marcolini ha poi sottolineato che verrà corrisposto alle Province il pagamento del 65% di arretrato ( a causa dei mancati trasferimenti statali) dell’Iva per un totale di 3.750.000 euro ai quali va aggiunta la quota annuale di 2 milioni di euro. Una seconda tranche il prossimo anno porterà poi al saldo del debito. Al massimo storico sono poi le risorse stanziate per il rinnovo del materiale rotabile su gomma ed il passaggio dal gasolio al metano: nell’ambito del Fas sono stati recuperati 25 milioni di euro ai quali si aggiungono 7,5 milioni di euro di risorse proprie regionali.


Previsto inoltre un cofinanziamento di sei milioni di euro con le Ferrovie per l’acquisto di nuovi treni. E ancora 3 milioni di euro sono pronti per il rinnovo del contratto nazionale degli autoferrotranvieri e infine nel bilancio preventivo 2009 sarà stanziato circa un milione per favorire il potenziamento del trasporto pubblico locale. “Le immatricolazioni di nuove auto – ha spiegato Marcolini - sono crollate del 9% e sono in flessione i servizi privati. L’occasione è propizia per allargare la domanda e per dare risposte di carattere ambientale e sociale. La mobilità è infatti un diritto dei cittadini che la Regione vuole garantire sulla costa come nell’entroterra”. Verranno quindi aperte linee di credito con i Comuni e le Province per migliorare i piani urbani del traffico e della mobilità attraverso la realizzazione di corsie preferenziali, parcheggi scambiatori e pianificazione degli accessi ai centri storici. L’assessore ha portato ad esempio il piano degli orari delle pubbliche amministrazioni adottato con grande successo a Pesaro e la ricerca di nuova utenza attraverso il miglioramento dei collegamenti nella zona commerciale a sud, dove tra l’altro verrà presto istituita una fermata ferroviaria, da parte del Comune di Ancona.


“Gli obiettivi di questo tipo di provvedimenti – ha aggiunto Marcolini – sono l’aumento della velocità commerciale, l’abbassamento dei tempi di penetrazione nei centri storici e l’abbattimento dell’inquinamento”. Presente all’incontro anche l’assessore ai trasporti della Provincia di Ancona Carla Virili: “Esprimo – ha detto – la grande soddisfazione delle Province per le risorse importanti che la Regione ha deciso di stanziare per il Tpl in controtendenza nazionale. Il miglioramento del trasporto urbano è un primo passo, ma lo stesso vogliamo fare per il trasporto extraurbano. Il ruolo delle Province è importante perché coordinano i Comuni in favore della mobilità che come l’istruzione e la salute è un diritto fondamentale dei cittadini”.



busancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 agosto 2008 - 977 letture