counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Monte Roberto: scoperta una piantagione di marijuana, arrestato un operaio

2' di lettura
2475

canapa indiana Monteroberto

All\'interno di una abitazione, in una stanza murata con materiale plastico e con diverse lampade, è stata rinvenuta una vera e propria piantagione di marijuana: si tratta circa di un chilo di erba essiccata, pronta per essere smerciata; altrettante piantagioni e svariati semi sono stati individuati nella campagna circostante.

L’operazione ha avuto luogo nelle campagne di Monte Roberto dove militari hanno rinvenuto in un appezzamento di terreno 80 piante di canapa indiana di un’altezza che va dai 30 ai 160 centimetri. I Carabinieri della Stazione di Moie di Maiolati Spontini unitamente a quelli del Nucleo Operativo della Compagnia di Jesi, a conclusione di mirata attività antidroga, hanno individuato una vasta piantagione di marijuana, traendo in arresto il proprietario del campo, F.G., un trentasettenne operaio del luogo incensurato che è stato tratto in arresto per produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.


I militari hanno infatti scovato in un campo ricco di vegetazione 80 piantine di canapa indiana. Le piante che erano sparse su di un campo di 1000 metri quadrati circa, limitrofo all’abitazione dell\'uomo, erano celati tra alberi e vegetazione ivi presente. Le piante erano rigogliose e ben curate e molte presentavano numerose efflorescenze segno che venivano curate con perizia e diligenza. In seguito è stato perquisita la casa del proprietario del campo e un magazzino usato come serra dove sono state rinvenute varie forbici, strumenti per la misurazione del PH della temperatura e umidità della terra, mille grammi di marijuana , già suddivisa in svariate dosi pronti per la commercializzazione; vari semi del medesimo vegetale, 5 grammi di circa hashish e 2 bilancini di precisione.


Nelle finestre dei citati locali, che sono stati sottoposti sequestro, erano stati apposti dei grossi teli al fine di tenere lontani sguardi indiscreti. Inoltre liberi per il campo ed intorno alla casa vi erano tre cani di grossa taglia (pastori abruzzesi e pastore belga) e due di piccola taglia. Gli stessi verosimilmente utilizzati anche per tenere lontani i curiosi e avvisare l’operaio circa la presenza di estranei. Le piante sono state estirpate e saranno sottoposte ad analisi quanti-qualitative presso il Laboratorio analisi stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Ancona, al fine di stabilire con precisione il principio attivo delle stesse. L’uomo espletate le formalità di rito è stato associato presso il carcere Montacuto di Ancona a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.


... canapa indiana Monteroberto
... canapa indiana Monteroberto
... canapa indiana Monteroberto


canapa indiana Monteroberto

Questo è un articolo pubblicato il 02-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 agosto 2008 - 2475 letture