counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Banca Marche: forum di presentazione della firma digitale destinata ai Comuni delle Marche

3' di lettura
1895

Banca Marche

Primo Forum di presentazione dell\'ordinativo informatico regionale nell\'auditorium di Banca Marche. L\'incontro, destinato a 35 comuni marchigiani di media grandezza (al di sotto cioè di 20.000 abitanti) era finalizzato all\'introduzione dell\'ordinativo informatico di incasso e di pagamento da parte degli Enti locali.

Tale introduzione permetterà di eliminare definitivamente, nella gestione dei servizi di tesoreria, la documentazione contabile cartacea, sostituendola con un supporto telematico riconosciuto giuridicamente. Il che significa, per le Amministrazioni comunali che hanno un contratto di tesoreria con Banca Marche (sono in tutto oltre seicento le tesorerie gestite dall’Azienda di credito) velocità dei pagamenti, certezza dell’informazione, risparmi economici diretti e indiretti (costo della carta, costi legati all’archiviazione, costo del personale destinato al back office documentale, costo di magazzino e trasporto, tempi di ricerca dei documenti cartacei).


L’incontro con gli operatori del settore si è aperto col saluto del direttore generale Massimo Bianconi il quale ha ribadito, ai responsabili dei servizi di ragioneria dei comuni intervenuti, che Banca Marche è a fianco degli Enti pubblici per offrire servizi all’avanguardia, tesi a migliorare la relazione fra la Banca e gli Enti stessi e ad offrire all’utenza in genere servizi accessibili e più snelli, come è nello spirito della “mission” aziendale. La giornata è proseguita con la relazione del responsabile dei rapporti con gli Enti pubblici Augusto Bordoni e con un’ampia discussione che ha coinvolto Domenico Carducci dell’Halley informatica e Luca Cerquetella e Barbara Paolini, di Banca Marche, che hanno proceduto alla presentazione operativa della firma digitale ai Comuni interessati. A settembre inizierà un periodo di sperimentazione mentre dal 1 gennaio 2009 si andrà a regime. Nel frattempo altri “forum” che coinvolgeranno altri Enti si terranno prima della fine dell’anno, per poter consentire un massiccio inizio operativo.


Tale attività ha, inoltre, anticipato i recenti inviti del Governo a rendere la Pubblica Amministrazione sempre più digitalizzata, per poter ottenere notevoli risparmi gestionali. I software sono concessi da Banca Marche agli Enti gratuitamente. In questi giorni Banca Marche sta definendo alcune importanti iniziative che le permetteranno di stabilizzare i buoni risultati conseguiti fino ad ora. I dati della semestrale sembrano, infatti, confermare una crescita dell’Azienda in linea con la pianificazione annuale, pur in un panorama molto particolare e complesso. Se tali dati si confermeranno anche nel secondo semestre, potrebbero essere di soddisfazione per tutti i soci.


Vengono, inoltre, confermate le forti caratteristiche legate alla peculiarità di banca del territorio: capillare presenza confermata dalla crescente fiducia della clientela e delle istituzioni, dall’ aumento delle concessioni di tesoreria, un buon tasso di capacità di competere del personale, il riconoscimento pubblico del ruolo di sostegno offerto in un momento in cui i segnali di crisi si moltiplicano. E, infine, la riconferma del ruolo sociale ricoperto dall’azienda. In questo quadro la Banca sta rafforzando tutti i suoi presidi per poter proseguire la sua strada, crescere in efficienza operativa e strategica (dedicando particolare attenzione al contenimento costi) e affiancare così, al meglio, quanti operano sul territorio.



Banca Marche

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 02 agosto 2008 - 1895 letture