counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Civitanova Danza: l\'energia e la forza di Abou Lagraa

2' di lettura
698

ballerina danza classica

L\'energia e la forza dell\'originalissimo coreografo e danzatore Abou Lagraa è in scena domenica 3 agosto al Teatro Rossini di Civitanova Marche nell\'ambito del festival internazionale Civitanova Danza promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova e Amat, realizzato con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Provincia di Macerata, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata e Camera di Commercio di Macerata e con la partnership Cesare Paciotti, Eurosuole spa e Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro.

Il coreografo e danzatore francese di origini magrebine Abou Lagraa, divenuto negli ultimi anni figura di punta della danza contemporanea d\'oltralpe, propone con la sua Compagnia La Baraka un trittico di grande intensità, Triptique Masculin, vero e proprio resumé dell\'intero panorama della danza del coreografo, formatosi al Conservatoire National Supérieur de Musique et Danse de Lyon e successivamente, come interprete, nella compagnia del portoghese Rui Horta.



Triptyque Masculin raccoglie tre brani che segnano differenti periodi creativi nella carriera dell\'artista: MatriKis, un intenso duo di uomini, il suo poetico solo Où Transe e l\'energico trio hip-hop Passage presentato a Civitanova Danza in prima nazionale. Lo spettacolo traduce nel linguaggio del corpo dei sei danzatori in scena le ambiguità tra caratteri maschili e femminili, i legami di sangue e il confronto tra universi lontani mediante movimenti ora generosi e spontanei, ora sensuali e violenti.



MatriKis vede in scena il ricongiungimento di due uomini - interpretati dai danzatori Joël Essomble e Oliver Tida Tida - organicamente uniti da legame di sangue (sono fratelli gemelli) all\'interno di un universo acquatico e matriciale; la coreografia è un effetto della continua riflessione del coreografo, iniziata nei precedenti lavori, sull\'identità sessuale, la figura del doppio e la solidarietà femminile.


Nel solo Où Transe - creato con una grammatica coreografica molto personale - Abou Lagraa coniuga il suo presente, le sue ambiguità, i suoi dubbi; i caratteri maschili e femminili s\'intrecciano in un evidente dualismo ed è tramite un\'incredibile energia, una rapidità dei movimenti, un\'ampiezza dei gesti, che la danza riesce a risolvere l\'apparente opposizione.


Il trio Passage - danzato da Yann Allard, Frederic Boisset e Bernard Wayack Pam - nasce dall\'incontro tra il coreografo e tre danzatori di hip-hop, così descritto dallo stesso Abou Lagraa: \"Quello che mi affascina dei danzatori hip-hop è la loro vivacità, la loro generosità, e l\'amore che portano alla danza. Io, proveniente da una formazione di danza contemporanea, fui subito appassionato dalla spontanea naturalezza di questo incontro, dal confronto dei nostri rispettivi universi, dalla ricchezza dei nostri scambi\". Da questa fascinazione ha origine una coreografia tutta particolare che unisce la forza e l\'energia dell\'hip-hop con la sensibilità e la poesia tipiche dei lavori di Lagraa.



Per informazioni e biglietti (da euro 10,00 a euro 25,00): Teatro Rossini tel. 0733 812936, Amat 071 2072439 (sabato e festivi esclusi), www.amat.marche.it . Inizio spettacolo ore 21.30.



ballerina danza classica

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 agosto 2008 - 698 letture