counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Tolentino: il Presidente Spacca in visita dopo l\'incedio del Vaccaj

2' di lettura
732

gianmariospacca

Il Presidente dichiara che chiederà il rifinanziamente della legge 61/98 per sostenere l\'opera di ricostruzione per questo importante bene culturale.

All’indomani del grave incendio che ha distrutto il Teatro Nicola Vaccaj di Tolentino, dalla riunione in Comune, alla quale ha partecipato anche il Presidente della Regione, Gian Mario Spacca, corso sul posto dopo la seduta di giunta svoltasi a Campofilone, un primo importante risultato: la costituzione di un gruppo tecnico di lavoro per decidere le e gestire le prime misure della fase di emergenza. Ne fanno parte Regione, Provincia di Macerata e Comune e probabilmente parteciperanno anche i tecnici ministeriali. Per la Regione coordineranno le procedure, peraltro immediatamente avviate per la messa in sicurezza dell’immobile, il Dipartimento regionale di Protezione civile e il Servizio Beni Culturali e Programmi di recupero.


Potevo immaginare il disastro - ha commentato il Presidente Spacca, appena giunto sul luogo- ma non la profonda angoscia che questo luogo adesso suscita e il clima di dolore che pervade la popolazione così attaccata al suo Teatro.” “Tutti sono sensibilizzati per una rapida ricostruzione- ha riferito ancora Spacca – dai parlamentari marchigiani ad ogni amministratore, fino agli artisti che hanno lavorato in questo prestigioso Teatro. Da parte nostra – ha poi aggiunto il Presidente – ci sarà una forte richiesta al Governo nazionale di rifinanziare la legge 61/98 sulla ricostruzione, proprio relativamente al capitolo per il recupero dei beni culturali, in base al quale il Teatro Nicola Vaccaj aveva già in corso una procedura per il restauro. L’auspicio e la speranza di tutti è che, anche attraverso l’impegno dei nostri parlamentari, si possano trovare presto le risorse per sostenere la ricostruzione di questo importante bene storico-culturale\".



gianmariospacca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 31 luglio 2008 - 732 letture