counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
comunicato stampa

Sferisterio Opera Festival: dopo il successo di domenica torna The Servant

1' di lettura
1825

Ultima rappresentazione, alle 21, all\'Auditorium San Paolo per l\'opera di Marco Tutino

Rappresentazioni di nuovo in scena consecutivamente per lo Sferisterio Opera Festival. Oggi è la volta di The Servant, il lavoro ideato da Marco Tutino che ha registrato un grandissimo successo di pubblico e di critica. Altissima anche la richiesta di biglietti, ma purtroppo quella di domani è l’ultima recita in programma per questa edizione del Festival. Molto suggestiva l’ambientazione nella chiesa di San Paolo, ora Auditorium dell’Università di Macerata, con il palcoscenico al centro della sala e il pubblico intorno.


L’opera, commissionata al compositore milanese dal direttore artistico dello Sferisterio, Pier Luigi Pizzi, ha debuttato domenica scorsa per la sua prima mondiale. Si basa sulla novella di Robin Maugham scritta nel 1948, e resa celebre nel 1963 dal film di Losey, nato dalla prima collaborazione con Harold Pinter, e rappresenta la prima trasposizione operistica. La bacchetta è quella del Maestro Guillaume Tourniaire che dirige il “Quartetto di Fiesole”.


Sulla scena, con la regia di Gabriele Lavia che ne cura anche i costumi (di Kenzo) e le scene, c’è Alfonso Antoniozzi (Barret), Mark Milhofer (Tony), Giuseppina Piunti (Sally) e Ruth Rosique (Vera/Mabel). L’opera di Tutino, interpretata in lingua originale (inglese), affronta il tema dell’omosessualità in un’epoca in cui, argomenti del genere, erano ritenuti particolarmente scabrosi, poiché l’Inghilterra non aveva ancora rotto con gli schemi della società perbenista post-vittoriana.


Il Festival prosegue il 31 luglio con in scena Carmen, diretta da Carlo Montanaro e il primo agosto con Tosca, con la bacchetta di Daniele Callegari.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 luglio 2008 - 1825 letture