counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Fano: sulla Caserma Paolini Ucchielli scrive al sindaco Aguzzi

2' di lettura
1680

Caserma Paolini

Sulle procedure di acquisto della caserma Paolini, il presidente della Provincia Palmiro Ucchielli scrive al sindaco di Fano Stefano Aguzzi.

Caro Sindaco,
in merito alle procedure di acquisto della Caserma Paolini, messe in cantiere dal Comune di Fano e sulle quali ci siamo più volte confrontati al fine di definire assieme le condizioni più favorevoli per addivenire, nell’interesse delle comunità locali che rappresentiamo, all’acquisizione e all’utilizzo pubblico di un bene attualmente di proprietà dello Stato, ci tengo a ribadire formalmente, innanzitutto, quanto già espresso negli ultimi incontri: vale a dire che il prezzo di acquisto della Caserma, da voi fissato in 21 milioni di euro, appare esorbitante rispetto al valore stimato dai nostri tecnici che non supera i 14 milioni di euro.

Vi invito in proposito a provvedere, se vorrete anche con l’ausilio dei tecnici della Provincia, ad una nuova stima che consenta di determinare l’effettivo valore dell’immobile, così da evitare un inutile esborso di denaro pubblico alle casse comunali, tanto più che questa Amministrazione provinciale è contraria ad utilizzare professionisti esterni!

Va poi segnalato che, come emerso a latere dell’incontro che ho recentemente avuto con il Ministro Maroni, la prossima legge finanziaria potrebbe prevedere misure di dismissione delle Caserme non più destinate alla funzione militare, con nuove condizioni di particolare favore per l’acquisizione da parte degli enti locali che intendano destinare tali immobili ad uso pubblico.

Anche per questa ragione, mi sembra necessario non avere fretta ed attendere l’eventuale concretizzazione delle annunciate novità legislative.

Ritengo, dunque, che solo allorché si sarà fatta definitiva chiarezza sull’an e sul quantum del corrispettivo che lo Stato può pretendere per l’acquisizione della caserma Paolini da parte degli enti locali, Provincia e Comune, ciascuno per quanto di competenza, potranno assumere la propria ponderata decisione in merito all’acquisto, che, ricordo, per quanto concerne la Provincia riguarda anche l’eventuale esercizio del diritto di prelazione.

Cordiali Saluti


Caserma Paolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 28 luglio 2008 - 1680 letture