counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Senigallia: manifestazione contro il Lodo Alfano

2' di lettura
768

Sabato 26 luglio, dalle ore 18 alle ore 21, a Senigallia, nel piazzale antistante la Rotonda a Mare si svolgerà un\'iniziativa di sensibilizzazione pubblica contro il cosiddetto ddl Alfano, il disegno legge sulle intercettazioni telefoniche (e non solo) che, se approvato nel testo approntato dal governo, rischia di cancellare per sempre la cronaca giudiziaria dal giornalismo di questo Paese con effetti deflagranti sul diritto dei cittadini ad essere informati.

Se il Ddl Alfano fosse stato legge, in questi anni gli italiani non avrebbero saputo nulla del crac Parmalat o di Calciopoli, del caso Fazio o delle morti alla clinica Santa Rita. Se il Ddl Alfano diventerà legge, di nessun caso giudiziario si potrà più scrivere una sola riga fino all\'udienza preliminare (spesso anche anni dopo fatti di grande allarme sociale), quando ormai l\'interesse pubblico della collettività a conoscere i fatti con immediatezza sarà per sempre violato.

A dorganizzare la manifestazione Fnsi, Sigim e Unci (Unione nazionale cronisti italiani) – gruppo di specializzazione della Fnsi – scendono in piazza anche nelle Marche.

L\'appuntamento nella nostra regione, che segue quelli di Venezia, Roma, Viareggio, Trento, Bolzano e quelli programmati per il 19 luglio a Milano e per il 25 luglio a Napoli, si inquadra nella scelta generale operata dalla Fnsi e dall\'Unci di portare a conoscenza diretta dei cittadini quale sia l\'importanza della posta in palio. Anche per questo, oltre che gli storici legami dell\'Unci con la città di Senigallia – che per anni ne ha ospitato la cerimonia di consegna dei premi nazionali –, la scelta è caduta su una località turistica molto frequentata. Sarà una manifestazione agile ma non per questo meno significativa: un gazebo quale punto di ritrovo, volantini da distribuire alla gente, esposizione dei rischi per la libera informazione connessi all\'approvazione del Ddl, lettura di messaggi di solidarietà.

Ai cittadini diremo: \"Aiutateci a difendervi\" - La nostra libertà di informarvi in maniera corretta, trasparente e tempestiva è la vostra libertà di sapere, di conoscere per difendervi da truffe-bond, cliniche degli orrori, malagiustizia, malasanità, malafinanza, malapolitica, malavita. Conduciamo insieme una battaglia di civiltà, libertà e democrazia.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 luglio 2008 - 768 letture