counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CULTURA
comunicato stampa

Ascoli: a Montepradone arriva La Cucina dello Spirito

3' di lettura
1388

i sapori del piceno

Oggi alle ore 21 nella sala Consiliare dei Montepradone apre il convegno dal titolo \"La Cucina dello Spirito\". Ecco il programma.

Il convegno si propone l’obiettivo di raccontare i contenuti storico-culturali della cucina e convivialità nei monasteri nel passato (seguendo così un lavoro già avviato nelle scorse edizioni del convegno), ma anche di offrire spunti e riflessioni metodologiche su come il modello culturale della “Cucina dello spirito” e della mensa monastica possano oggi sopravvivere come fattore di identità territoriale ed anche come standard alimentare, come possibile proposta di ristorazione, come offerta turistica di carattere culturale e rievocativa, da collegare alla valorizzazione degli altri beni storico-artistici ed architettonici della millenaria esperienza di conventi ed abbazie.

Ore 10, sessione mattutina : “La storia: documenti, immagini, memorie orali ed oggetti dell’antica “Cucina dello Spirito” (Interventi di carattere storico-culturale ed antropologico sull’antica importanza dei monasteri come centri di ricerca e di elaborazione di modelli agronomici, gastronomici, conviviali). Moderatore: Carlo Cambi, giornalista e scrittore Saluti delle autorità: Bruno Menzietti, Sindaco di Monteprandone Elena Grelli, insegnante e studiosa “Fonti sulla cultura agro-alimentare e la gestione delle cucine nel monachesimo ascolano medievale” Flaminio Fidanza, presidente onorario dell’Istituto per la Dieta Mediterranea “Carte antiche di mensa e dispensa in alcuni monasteri del Piceno tra Settecento e Ottocento” Luciana Rosellini, archivista e studiosa: “Mensa quotidiana di francescani ed orsoline a Calvi dell’Umbria tra Settecento ed Ottocento” Gabriele Falciasecca, archivista e studioso : “Seminari, ospedali e conventi a Pesaro tra 1700 e 1800: modelli di cucina a confronto ” Oretta Zanini De Vita, storica della gastronomia e delle tradizioni rurali: “Dai conventi alle famiglie signorili: il caso di un ricettario ottocentesco di Cefalù” Ugo Bellesi, storico e delegato di Macerata dell’Accademia Italiana della Cucina: “Origine e storia monastica delle ricette tradizionali marchigiane” Tommaso Lucchetti, storico dell’arte e della cultura gastronomica e conviviale: “Repertorio dipinto della cucina dello spirito: l’iconografia della mensa monastica”



Ore 13 Breve laboratorio di cucina sulla riproposta di antiche ricette monastiche (a cura di Ermetina Mira, responsabile associazione “Sapori del Piceno”) Ore 13.30 Pranzo a buffet, con una selezione di portate ricercate da un repertorio storico di antichi ricettari monastici

Ore 15, Sessione Pomeridiana La modernità: ristorazione, produzioni, rievocazioni, musei e didattica segno della valorizzazione e riscoperta della “cucina dello spirito” come modello culturale (Interventi e tavola rotonda, su riflessioni di esperienze svolte ed attività potenziali sul senso e l’attuabilità del recupero e della valorizzazione delle tradizioni agro-alimentari monastiche). Moderatore Tommaso Lucchetti, con Carlo Cambi Saluti delle autorità: Avelio Marini, assessore al turismo della Provincia di Ascoli Piceno Manuela Di Chiara – Lucilla Di Chiara, studiose e ricercatrici: “Corredi d’utensili e carte di pasticceria : il volume “Ricette, ricordi, racconti” e la mostra “Benedetta quotidianità” Sonia Pierobon, erborista e liquorista, “Erbe officinali e liquori dagli antichi repertori monastici alla produzione moderna” Elsa Ravaglia, medico specialista in medicina preventiva e studiosa di tradizioni marchigiane “La mensa monastica: un modello alimentare valido ed attuale per la realtà contemporanea?” Ugo Pazzi, agronomo e fiduciario di Slow Food per la condotta della Valle dell’Aso “Colture e tipicità della tradizione monastica: il senso e la fattibilità di un recupero”

Ore 16.45 Pausa caffé Luca Racanicchi, assessore alla cultura di Calvi dell’Umbria “Da monumento conventuale a museo e centro culturale: il caso di Calvi dell’Umbria (Terni)” Roberta Pagliai - Manuela Pierini – Elena Trippini, soc. coop. “Sistema Museo” “Eventi di valorizzazione e didattica museale sulla storia e le tradizioni agro-alimentari monastiche” Bruno Massi, sindaco di Serra De’ Conti – Alfonso Maria Capriolo, presidente del Sistema Museale della Provincia di Ancona “Le Stanze del Tempo Sospeso”: genesi e gestione del Museo delle Arti Monastiche di Serra De’ Conti (Ancona) Ermetina Mira, Presidente dell’Associazione I Sapori del Piceno “La Cucina dello Spirito come proposta moderna per il circuito turistico degli itinerari gastronomici”


i sapori del piceno

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 luglio 2008 - 1388 letture