counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Workshop Enea: come migliorare l\'efficienza energetica negli edifici

3' di lettura
976

Gianni Giaccaglia|

Giaccaglia: “Le Marche da sempre in prima linea riguardo a questi temi”

“Le risorse destinate dalla Regione al settore energia dal 2005 al 2007 complessivamente sono state pari a 11.535.000 euro. Una cifra importante che ha permesso di mettere in atto numerose iniziative per incidere più fortemente sul risparmio energetico”.


Queste le cifre che l’assessore regionale all’energia, Gianni Giaccaglia, ha presentato oggi ad Ancona nel corso del suo intervento al workshop organizzato dall’ENEA, l’Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente, per sensibilizzare la comunità a risparmiare energia e informare i cittadini dell’esistenza di incentivi fiscali per interventi di efficienza energetica nelle abitazioni. Quello di Ancona è uno dei 18 incontri in programma nelle maggiori città italiane: “Una tappa di un percorso virtuoso – ha detto Giaccaglia – e particolarmente significativa. Le Marche e il suo capoluogo sono da sempre in prima linea riguardo a questi temi e la Regione, da parte sua, intende continuare a essere sponda istituzionale privilegiata per tutti coloro che vogliono costruire il futuro in maniera diversa, più attenta e rispettosa dell\'uomo e dell\'ambiente”.


Tra le iniziative regionali volte al risparmio energetico, gli incentivi ad aziende ma anche ad imprese del terziario, per la messa in opera di pannelli solari, di sistemi con pompe di calore, a volte abbinate a sistemi geotermici a bassa entalpia che consentono di ottenere un significativo risparmio energetico.


Sul fronte del risparmio energetico in edilizia sono già state introdotti valori massimi di trasmittanza termica e consumi massimi per metro quadrato di superficie e misure quali la certificazione energetica. Quest’ultima è un attestato che rappresenta lo strumento per determinare i possibili interventi o le eventuali modifiche da attuare per portare anche un edificio esistente a rispettare i parametri di risparmio energetico. Altro aspetto, quello legato al miglioramento della coibentazione sugli edifici esistenti. “Ad oggi - ha proseguito Giaccaglia - esistono infatti incentivi e opportunità da sfruttare al meglio.


Mi riferisco in particolare alla deduzione dell\'Irpef almeno per i soggetti privati che mira a favorire le ristrutturazioni e rappresenta una opportunità lavorativa per le imprese del comparto”. “Uguale impegno – ha dichiarato l’assessore - è stato messo per lo sviluppo delle fonti rinnovabili, che consentono risparmi significativi. Basti pensare ai pannelli solari termici per la produzione di acqua calda o per integrazione al riscaldamento.

Ora il problema delle fonti rinnovabili non è tanto quello di dare incentivi, quanto quello di un corretto inserimento nel territorio.


Un’altra azione è stata svolta con uno snellimento delle procedure autorizzative, consentendo, alle aziende di settore, di poter dare l\'avvio in tempi rapidi alla realizzazione di vari impianti che utilizzano le fonti rinnovabili. In buona sostanza, occorre far nascere una domanda di energia da fonti rinnovabili che, a sua volta, può innescare sia la produzione di prodotti energetici che di sistemi solari o impianti utilizzanti i fluidi geotermici”.



Gianni Giaccaglia|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 luglio 2008 - 976 letture