counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona: taglio del nastro per la banca del latte al Salesi

2' di lettura
1065

Loredana Pistelli

\"Diamo vita oggi ad una vera e propria ‘banca’ di riserva di latte umano, la prima nelle Marche\". Così ha commentato l’assessora regionale alle Pari Opportunità, Loredana Pistelli, intervenendo oggi ad Ancona come madrina ufficiale al taglio del nastro per la Banca del latte materno umano, nella S.O.D. di Neonatalogia del Presidio Ospedaliero Salesi, Azienda Ospedali Riuniti. Presenti alla cerimonia, il personale medico e paramedico.

“Opportunamente trattato – ha detto l’assessora - il latte materno viene dato ai bambini nati pre-termine o che comunque non possano averne della loro mamma. Sono noti gli effetti benefici del latte materno per un neonato. A partire da oggi, tutte le mamme che vorranno, potranno dare il loro latte, proprio come accade per la donazione di sangue. Ciò consentirà di offrire sempre migliori condizioni di vita ai piccoli pazienti in ospedale”. “La Regione – ha detto l’assessora Pistelli – è molto attenta alla salute e al benessere della donna e del bambino.

Una conferma di questo è data dal riconoscimento della medicina di genere all’interno del Piano sanitario regionale, che ha contribuito all’attribuzione del ‘Bollino rosa’ agli ospedali di Ancona e Pesaro”.


Il progetto, finanziato dalla Regione Marche e dalla Fondazione Salesi, oltre ad altri soggetti, è nato per raccogliere il latte materno “quale bene prezioso” e destinarlo ai bambini che ne hanno bisogno.


Questo progetto, come ha dichiarato Pistelli, si collega ad altri finanziati dalla Regione. Il primo è quello già avviato che permette la conservazione del cordone ombelicale; il secondo, che partirà a breve, si chiama “Culla vuota”: consentirà di affidare in maniera del tutto anonima il neonato alla struttura sanitaria, garantendogli un’assistenza immediata ed evitando così l’abbandono e tragiche conseguenze per il bambino.


Il Salesi è stato ritenuto dalla Regione la struttura di riferimento per rispondere alle esigenze del bacino regionale per le funzioni di Terapia Intensiva Neonatale e per il Trasporto Neonatale di Emergenza. In questa struttura, infatti, si concentra il numero più elevato di parti in regione (circa 2.400) e dove sono ricoverati neonati con problemi fisici che trarrebbero maggior beneficio dal latte. La banca del latte del Salesi sorge all’interno dell’ospedale e funziona come una banca.


E’ responsabile della raccolta e della conservazione e della distribuzione del latte materno. L\'attività della banca prevede attività di raccolta, conservazione, trattamento del latte delle madri dei bambini ricoverati o delle mamme che ne producono in eccedenza. Il latte può essere donato da tutte le neo mamme previo un controllo medico appropriato ed un colloquio con gli specialisti del Centro. Il latte estratto viene conservato seguendo le più scrupolose regole di igiene.



Loredana Pistelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 luglio 2008 - 1065 letture