counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
comunicato stampa

Pesaro: Crocevie, incontri in scena nelle terre di Pesaro e Urbino

6' di lettura
879

crocevie|

La seconda edizione di Crocevie, incontri in scena nelle terre di Pesaro e Urbino, un progetto nato dalla collaborazione fra la Provincia di Pesaro e Urbino, Il Teatro Stabile delle Marche e l’Amat, con la partecipazione della Regione Marche, le Comunità Montane dell’Alta Valmarecchia e del Montefeltro e i Comuni della provincia di Pesaro e Urbino con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Tema centrale di Crocevie, come suggerito dallo stesso titolo, - sottolineano il direttore della Rete Teatrale del Teatro Stabile delle Marche Lucia Ferrati e il direttore dell’Amat Gilberto Santini - è l’affascinante e straordinario incontro scenico tra varie discipline della cultura, dell’arte e della scena (teatro, musica, danza, circo, letteratura, poesia, cinema) rappresentate da artisti già celebri ed artisti emergenti”.


I protagonisti in cartellone sono infatti sia interpreti assai affermati del panorama teatrale nazionale ed internazionale che giovani performer impegnati in nuove, suggestive produzioni, soprattutto, nell’ambito della danza contemporanea. “Crocevie di linguaggi teatrali, crocevie di territorio che si incontrano lungo il percorso della musica, del teatro, della danza – così l’Assessore Simonetta Romagna e il Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino -. Questo è l’appuntamento che la Provincia di Pesaro e Urbino e i suoi Comuni offrono a turisti e residenti per un’estate che, nella leggerezza della stagione e nell’amenità dei luoghi, non dimentica il significato di una cultura storica e contemporanea che permea le nostre terre”.



In programma, dieci eventi spettacolari che incroceranno città ed eccellenze territoriali della nostra provincia, in un suggestivo connubio di arte, cultura, natura e storia.
Luoghi dello spirito e luoghi geografici, luoghi mentali e culturali. Un percorso fisico e intellettuale, dove teatro, danza, musica e poesia s’incontrano e si fondono, in un matrimonio dell’arte, del gusto e dell’idee. Si parte il 20 luglio per concludere il 10 agosto, Il sipario si alza con I Kiss Your Hands, uno spettacolo che reinterpreta le lettere di Wolfgang Amadeus Mozart in chiave jazzistica riunendo tre eccellenti musicisti di levatura internazionale (Paolo Damiani, Rita Marcotulli e Gianluigi Trovesi) e due, altrettanto straordinari, lettori: gli attori Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni.



Lo spettacolo si terrà nell’Anfiteatro di Villa Caprile a Pesaro. Il 23 luglio al Teatro della Fortuna di Fano è la volta de Il futuro è in ritardo e Il volo (an)negato, coinvolgenti performance di danza dedicati all’arte futurista, proposti dall’Atelier di Teatrodanza della Scuola Paolo Grassi di Milano per le coreografie di Cesc Gelabert e Luciana Melis; in collaborazione con la Fondazione Teatro della Fortuna di Fano nell\'ambito di Palcoscenico Marche/Futura memoria. Venerdì 25 luglio a Novafeltria, presso il Museo Storico Minerario di Perticara, tocca a Galatea Ranzi e Mira Andriolo per la lettura di Dialoghi con Leucò di Cesare Pavese, nel centenario della nascita. Ventisei brevi conversazioni a due, che analizzano le eterne angosce degli uomini, affrontando temi fondamentali come il dolore, la morte, il destino e le imperscrutabili leggi che li governano.



Domenica 27 luglio presso la maestosa Piazza d’Armi di Gradara (in collaborazione con la Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico delle Marche – Urbino), prima nazionale per L’Orlando Furioso, messa in scena sonora di Nuova Consonanza, con le voci recitanti di Massimo Foschi e Sergio Nicolai, indimenticabili Orlando e Rinaldo nell’allestimento di Luca Ronconi. Epica, passioni e celebrazioni, dove la materia cavalleresca, si fonde in una dimensione psicologica potente e profonda, in una cornice di musica elettronica ed acustica. Il programma diventa “elettrico” e colorato con i bravissimi attori, autori e musicisti della mitica Banda Osiris che si esibisce nel centro storico di Carpegna il 31 luglio.



Superbanda è un concerto e una conferenza al tempo stesso. Il tema è la storia della musica e i suoi protagonisti, ma lo svolgimento della Banda Osiris è deviante e deviato: un viaggio virtuale nel quale autori, strumenti, brani conosciuti e non, vengono mescolati nel gran calderone della confusione musicale. Il ricco programma prosegue il 1 agosto con Cirk del Pantakin Circo Teatro di Venezia, in scena a Sant’Agata Feltria, Piazzale del Parco Montefeltro.
Lo spettacolo narra la storia di un piccolo circo alla disperata ricerca di stupire il suo pubblico con numeri strabilianti che possono vivere però solo grazie alla fantasia degli spettatori, guidati dalla forza evocativa della musica. Cinque gli attori in “pista”, cinque personaggi con caratteri e abilità differenti, che vivono e fanno vivere in scena la fantasia dell’immaginifico per poi ritrovarsi semplicemente a fare i conti con le piccole grandi difficoltà del vivere quotidiano.
Una vita quotidiana che si trasforma in circo.



Sabato 2 agosto il festival ospita la brava autrice e attrice fanese Roberta Biagiarelli che in compagnia dell’attore Sandro Fabiani e dello chef Davide Berchiatti, delizieranno i gusti del pubblico (e anche il palato!) con la degustazione-spettacolo Incantadora. La casa volante dove si muove l’Incantadora – allestita presso il Borgo del Castello di Macerata Feltria – trasporterà il pubblico in un luogo magico, un po’ gitano e stravagante. Domenica 3 agosto l’affascinante giardino della Rocca di Pergola ospita un’altra prima nazionale: la proiezione del film muto The Lodger (una delle prime pellicole firmate dal maestro del brivido Alfred Hitchcock), con la colonna sonora composta per l’occasione dal Maestro Roberto Molinelli ed eseguita dal vivo dall’Orchestra Sinfonica G. Rossini. Il 7 agosto, nel Chiostro di San Francesco di Cagli andrà in scena lo spettacolo di teatro e danza Io sono internazionale, una produzione del Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con l’Amat per Palcoscenico Marche-Futura Memoria nell’ambito di Nuove Sensibilità. Protagoniste Rebecca Murgi e Lucia Mascino.



In scena, un corpo sdoppiato in due opposti: una donna minuta con capelli corti che muove un corpo parlante nello spazio, attraverso gesti e danze distorte, e una donna piuttosto ingombrante, emotivamente e fisicamente, che invece parla ponendo domande a cui non viene data risposta. Il festival si chiude il 10 agosto – per la notte di San Lorenzo - nel centro storico di Talamello, con Peppe Barra in concerto.



Assistere ad uno spettacolo di Peppe Barra significa incontrare l’anima di Napoli. Barra è infatti il depositario dei segreti magici della tammurriata, ma anche il tramite moderno tra la poesia e lo spirito popolare. In caso di maltempo, tutti gli spettacoli (ad eccezione di Cirk) si terranno in luoghi al chiuso (opportunamente segnalati dal libretto di sala o negli stessi Comuni il giorno della rappresentazione).



crocevie|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 10 luglio 2008 - 879 letture