counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
comunicato stampa

Urbino: secondo ciclo per gli aperitivi letterari

3' di lettura
934

aperitivi

Inizia la seconda serie degli \"aperitivi letterari\" organizzati dall\'Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Urbino per raccontare la Città e dintorni, presentando dei libri di autori urbinati e non solo.

\"Parlando di Urbino e...dintorni\", questo è titolo della rassegna che prevede tre nuovi appuntamenti fra il 10 luglio e il 7 agosto . Tutti gli incontri iniziano alle ore 18.30 (ingresso gratuito fino a esaurimento posti). Dopo ogni presentazione seguirà un aperitivo. Si comincia giovedì 10 luglio \'08, in Piazza delle Erbe, con Umberto Piersanti che presenta la sua ultima raccolta di poesie \"L\'albero delle nebbie\" (ed. Einaudi). Piersanti ha appena ottenuto un prestigiosissimo riconoscimento: ha vinto l\'edizione 2008 del Premio Internazionale per la Poesia \"Mario Luzi\" - sezione \"poesia edita\".


Questa la motivazione con cui è stato assegnato il premio al poeta urbinate: \"Con la raccolta \"L\'albero delle nebbie\" del 2008, Umberto Piersanti suggella una sorta di trilogia, iniziata con il limpido narrare de \"I luoghi persi\" del \'94 e continuata con il febbrile evocare del \"Tempo che precede\" del 2002. Si chiude idealmente un percorso lirico dell\'urbinate alla ricerca del pieno possesso di una visione, quella della sacralità della sua terra, arcaica e rurale, pagana e cristiana, avvertita da subito come unità di destino. Le vicende personali e gli accadimenti del mondo si intrecciano e si dissolvono in una sintesi superiore e vengono restituiti nella dimensione unica della storia. L\'autore si riconferma poeta di natura e, come il grande conterraneo, cantore dell\'infinito e delle ricordanze, anche dell\'esistere, in quanto epico narratore di una contemporaneità segnata dalla solitudine, dal dolore e della perdita (…)\".


\"Il richiamo alla civiltà e alla cultura di un territorio, è una vibrazione di timbro leopardiano che passando per Carducci, Pascoli e il D\'Annunzio di Alcyone, discende fino a Pavese, a Bertolucci a Luzi a Volponi perfino a certo Pasolini. Ma Piersanti ha saputo trovare una propria personale collocazione, conferendo inventiva e creatività a un trepidante bisogno di pietas e di riconciliazione, in difesa di un\'identità che, come indica bene Zanzotto, vuole sopravvivere a dispetto di un mondo alienato. Il poeta ci conduce in luoghi dove la parola principia e si articola, attraverso immersioni, risvegli e disancorate zone d\'ombra, ma il canto non è mai desolato né annullato. Anzi trova nell\'urto rivelatorio di una realtà disillusa e amara, un barlume di verità, una rivelazione nel suo proferire. Il \"tempo differente\" della poesia e della conoscenza, incarnato dal fiordaliso, \"quel fiore/ azzurro più dell\'aria\", è l\'emblema di vicende racchiuse nello scrigno de \"L\'albero delle nebbie\", lo scotano dai fiori rosso-arancio, quel favoloso radar che divampa e buca la coltre grigia e indica al poeta-pastore la via dell\'esistenza, un viaggio metaforico e carnale dentro la natura, dentro il dolore, dentro la vita\".


La rassegna prosegue mercoledì 30 luglio, sempre in Piazza delle Erbe, con Carlo Flamigni che presenta il suo libro \"Un tranquillo paese di Romagna\" (ed. Sellerio) e si conclude giovedì 7 agosto, presso il Circolo Cittadino, con Marco Travaglini e il suo libro \"Bolero Spadò\" (ed. Franco Maria Ricci). Info: Assessorato Cultura e Turismo Tel. 0722.309222-309601 / Circolo Cittadino Tel. 0722.2936. www.urbinoculturaturismo.it



aperitivi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 luglio 2008 - 934 letture