counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Rete e sindacati preoccupati per i provvedimenti del governo sulla sicurezza

2' di lettura
1094

immigrati

Il giorno 1 luglio 2008 è entrato nel vivo, con il secondo incontro nel giro di pochi mesi, il tavolo di negoziazione tra CGIL-CISL e Rete Migranti e lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura di Ancona-Questura di Ancona.

Rete e Sindacati, in rappresentanza anche delle istanze di numerose comunità, hanno in apertura manifestato la loro preoccupazione per i provvedimenti governativi urgenti in materia di sicurezza, esprimendo contrarietà al prelevamento delle impronte digitali ai minori rom, atto di profonda discriminazione e di diseguaglianza sociale. E’ stato chiesto al Prefetto di prendere posizione in tal direzione e pertanto di opporsi a questo provvedimento, e di farsi garante del rispetto delle minoranze etniche e non, e di spendersi per politiche che abbiano la finalità della multiculturalità e della convivenza pacifica.



L’Ufficio Immigrazione ha in seguito relazionato su alcuni risultati ottenuti presso il Ministero dell’Interno, come la possibilità di presentare la richiesta di ricongiungimento familiare da parte di chi è in attesa di rilascio del primo permesso di soggiorno. Rimane ancora sotto valutazione la possibilità di lavorare con la ricevuta del primo rilascio a seguito di ricongiungimento familiare. Per ovviare ad un forte problema sociale si è concordato con l’Ufficio Immigrazione della Questura di dare priorità all’espletamento di queste pratiche. Per l’andamento del decreto flussi per lavoro subordinato lo Sportello Unico ha rilasciato 366 nulla osta, 169 sono pronti per la consegna e 51 pratiche sono state rigettate; quindi attualmente 586 sono le pratiche trattate, piu’ del 50% del totale, garantendo l’espletamento di tutte le pratiche entro il 31/12/08; lo Sportello Unico ha affermato che ci sono ancora delle quote disponibili per i flussi stagionali ma sui tempi di rilascio si verificano ancora molte difficoltà.



L’Ufficio Immigrazione della Questura di Ancona, convocato al tavolo, come richiesto da Rete e sindacati, per affrontare i perduranti ritardi e la poca trasparenza nei rinnovi di permessi di soggiorno, ha lamentato le difficoltà della nuova procedura con le Poste e la mancanza di personale. Viene considerato positivo uno specifico numero verde (071- 2288663) creato per verificare lo stato della propria pratica. Data la quantità e l’urgenza dei temi, e la loro continua evoluzione, il Tavolo si riconvocherà a settembre.



immigrati

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 luglio 2008 - 1094 letture