counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Presentato il dossier di Legambiente sullo stato di salute delle acque marchigiane

5' di lettura
1615

legambiente|

I fiumi rappresentano un patrimonio importantissimo per le Marche e la prospettiva è che nel 2009 il 12% delle acque interne della nostra regione sarà fuorilegge.

Il 12% delle acque dei fiumi marchigiani sarà fuorilegge nel 2009. Questo è quanto emerge dal DOSSIER FIUMI INFORMA MARCHE 2008 di Legambiente sullo stato di salute delle acque marchigiane. L\'indagine, rientra nell\'ambito di Fiumi Informa Marche 2008, la campagna per la qualità delle acque presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Circolo \'Il Pettirosso\' di Tolentino a cui hanno preso parte l\'Assessore all\'ambiente della Provincia di Macerata Carlo Migliorelli, l\'Assessore all\'ambiente del Comune di Tolentino Alessandro Bruni, la responsabile del Servizio acqua del Dipartimento di Macerata dell\'Arpam Fabiola Serenelli, il socio del May Fay Club di Corridonia (MC) Andrea Gismondi, la presidente del circolo \'Il Pettirosso\' di Tolentino Marina Benadduci, il responsabile settore fiumi di Legambiente Marche Leonello Negozi.



Il dato allarmante è stato evidenziato dalla rete di monitoraggi effettuati dallArpam sulle acque superficiali interne che comprende 60 stazioni di campionamento posizionate sui principali corsi d\'acqua e 3 stazioni collocate sui laghi più rilevanti: quello di Gerosa, del Fiastrone e di Castreccioni. La normativa del Piano di tutela delle acque prevede che entro il 31 dicembre 2008 ogni tratto debba rientrare almeno nella classe \'sufficiente\' ed entro il 31 dicembre 2016 raggiungere o mantenere lo stato ambientale \'buono\' e mantenere, ove già esistente, lo stato di qualità ambientale \'elevato\'. Ma con la situazione attuale ( nessun corso d\'acqua con giudizio elevato, 29 con giudizio buono, 59 con voto sufficiente, 6 scadente e 6 pessimo) è facile prevedere che al 1° gennaio 2009 il 12% delle stazioni di monitoraggio saranno fuori norma. E al 1° gennaio 2016 questa percentuale salirà al 71% Nella classifica dello stato ambientale dei 28 corsi d\'acqua presi in esame nel dossier di Legambiente, quelli con il giudizio migliore sono il Burano, Fiastra, Fiastrone, Fluvione, Nera,Sentino e Tennacola (classe media 2,0) mentre il Tavollo (PU) e l\'Ete Vivo sono a parimerito i peggiori- classe media 5,0. Per quanto riguarda l\'idoneità dei fiumi alla via dei pesci salmonicoli o ciprinicoli 13 sono i comuni della regione Marche con corsi d\'acqua non idonei alla vita dei pesci sono: (Arzilla) Fano, (Aso) Pedaso, (Conca) Sassofeltrio, (Giano) Fabriano, (Ete Vivo) Fermo (Foglia) Pesaro, (Nevola) Rosora, (Aspio) Numana, (Musone) Numana, Tavollo (Gabicce Mare), (Tenna) Fermo e Porto Sant\'Elpidio, (Tesino) Grottammare, (Tronto) Monsampietro Morico e San Benedetto del Tronto. Nelle Marche una Provincia sembra aver imboccato la strada giusta grazie al miglior livello di qualità ambientale delle acque nel 2007 e all\'incremento conseguito sempre lo scorso anno su questo dato:si tratta di quella di Macerata premiata questa mattina con una targa consegnata all\'assessore all\'ambiente Carlo Migliorelli.



I corsi d\'acqua rappresentano un patrimonio importantissimo per la nostra regione - ha detto giovedì in conferenza stampa Leonello Negozi, Responsabile Regionale Settore Fiumi di Legambiente Marche - ma purtroppo sono sempre più trascurati. Confesso - ha concluso Negozi - che il mio sogno è quello di poter ritornare a fare il bagno al fiume: in questo senso la campagna fiumi Informa, che riporta l\'attenzione proprio verso gli ecosistemi fluviali ed il loro stato di salute può essere un primo passo”. La campagna Fiumi Informa è anche una grande festa che prevede 5 importanti appuntamenti nelle Marche alla riscoperta degli ecosistemi fluviali: saranno tanti i volontari di Legambiente a scendere sugli argini di fiumi e ruscelli marchigiani per ribadire come la tutela dei corsi d’acqua sia fondamentale per rendere i fiumi non solo più sani ma anche belli e fruibili.



Domenica 06/07/2008 CIRCOLO LEGAMBIENTE IL PETTIROSSO TOLENTINO (MC)

Nell\'ambito della festa dai sapori indiani “E...state insieme 2008” organizzata dal Circolo Il Pettirosso in collaborazione in collaborazione con l\'Associazione Food for Life, EquAzione, C.A.T., Bottega del Commercio Equo e Solidale di Tolentino e il Circolo Tina Modotti di Caldarola a partire dalle 17 mercatini, yoga, mostra fotografica assaggi della cucina tipica indiana presso l\'area verde \'Ponte Del Diavolo\' di Tolentino. Alle 17 spazio al Big Jump, il tuffo simbolico nel fiume Chienti. Sempre presso l\'area verde \'Ponte del Diavolo\' già da oggi è possibile visitare la mostra fotografica dal titolo \'Scatti d\'acqua\' realizzata dal Cgs Bachelet di Tolentino in collaborazione con il Cea Altravista di San Severino Marche. Per informazioni: Marina Benadduci 348/7210087


Sabato 05/07/2008 MAY FLY CLUB -SIBILLA (MC)

Pulizia del tratto del fiume Potenza presso il parco del Castello di Lanciano in collaborazione con il Comune di Castelraimondo (MC) Per informazioni: Alessandro Copponi 338/7095154


Domenica 06/07/2008 CIRCOLO SIBILLA ALERAMO CIVITANOVA MARCHE (MC)

Passeggiata ecologica lungo il corso del fiume Chienti: con gli esperti di Legambiente alla scoperta del patrimonio floro-faunistico della foce del Chienti e degli elementi storico -culturali che caratterizzano il percorso del fiume. Ritrovo alle ore 17 e breve presentazione dell\'iniziativa, Alle 17:30 avrà inizio la visita guidata a cura degli esperti di Legambiente. Sosta all 18 con degustazione di prodotti biologici locali e per le 18:30 è previsto un secondo turno di visita. Per informazioni: Toni Montevidoni 335/6241595


Domenica 06/07/2008 CIRCOLO LEGAMBIENTE AZZARUOLO DI JESI (AN)

In fondo a Via Esino arriva il Big Jump in località Moreggio dalle ore 14:30. Si tratta di un tuffo simbolico nel fiume Esino organizzato contemporaneamente in tutta Europa per dire a gran voce che vogliamo più attenzione per i fiumi e per le loro acque. La balneabilità dei fiumi sembra oggi un\'utopia, eppure solo 30 anni fa era normale per i Jesini cercare refrigerio dal caldo estivo nelle acque del loro fiume Esino Per informazioni: Leonello Negozi 331/1083473


Domenica 13/07/2008 CIRCOLO LEGAMBIENTE SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)

A Poggio Canoso, frazione di Rotella (AP)Alla scoperta del fiume in mountain bike dalle 9 alle 12. Partenza da Rotella, salita fino al monte dell\'Ascensione, discesa attraverso la frazione di Poggio Canoso fino alle rive del torrente Tesino. Per informazioni: Roberto Calvaresi 340/4613663



... legambiente2|
... legambiente3|


legambiente|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 luglio 2008 - 1615 letture