counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
comunicato stampa

Civitanova Danza: inaugura Kirov il 9 luglio

3' di lettura
861

danza

Mercoledì 9 luglio prende il via la quindicesima edizione del festival internazionale Civitanova Danza - promosso da Comune di Civitanova Marche, Teatri di Civitanova e Amat, realizzato con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Provincia di Macerata, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Macerata e Camera di Commercio di Macerata e con al partnership Cesare Paciotti, Eurosuole spa e Banca di Credito Cooperativo di Civitanova Marche e Montecosaro - che si svolgerà nella città marchigiana fino al 10 agosto.

La migliore danza del mondo, un vero e proprio firmamento di stelle, “fa brillare” l’apertura del festival. A calcare il palcoscenico del Teatro Rossini saranno i magnifici danzatori del Balletto Kirov del Teatro Mariinskij di San Pietroburgo con Serata Forsythe, uno spettacolo che senza mezzi termini può essere definito “mozzafiato”, una vera e propria lezione di stile. Davvero impressionante il curriculum di questa compagine - da più di duecento anni simbolo della Russia - che ha avuto le sue punte di diamante in Nureyev e Baryshnikov, fuggiti o partiti dai patrii lidi per esportare nel vecchio e nuovo continente il ‘verbo Kirov’, diventato sinonimo di purezza, liricità ed espressività poetica.


È un incontrovertibile dato di fatto che il Kirov è composto da ballerini dai corpi perfetti e tecnicamente eccelsi. È acclarato che tutti rappresentano il meglio della secolare tradizione della danza accademica e appaiono fieri di essere gli eredi dei più grandi danzatori di tutti i tempi. Una serata esclusiva dunque quella del Balletto Kirov, un corpo di ballo considerato da secoli la roccaforte della danse d’école e simbolo di San Pietroburgo, impegnato in quattro delle coreografie più innovative di William Forsythe: Steptext su musica di Johann Sebastian Bach, Approximate Sonata su musica di Thom Willems, The Vertiginous Thrill of Exactitude su musica di Franz Schubert e In the Middle, Somewhat Elevated musica di Thom Willems. Il Teatro Mariinskij è da più di duecento anni l’accademia del balletto e dell’opera russa.


Dalla sua fondazione, il Teatro Mariinskij ha affermato la sua gloria e la fama internazionale in tre modi diversi: con la Compagnia d’Opera, con il Corpo di Ballo e con l’Orchestra Sinfonica. Chiamato così in onore dell’Imperatrice Maria Alexandrovna, moglie di Alessandro II, il teatro è stato inaugurato il 2 ottobre 1860 con l’opera di Mikhail Glinka Una vita per lo Zar. La Compagnia d’Opera e il Corpo di Ballo, invece, erano state create precedentemente. La loro storia, infatti, risale al 1783, quando l’imperatrice Caterina II pubblicò un “editto imperiale” per fondare una compagnia d’opera e di balletto russe a San Pietroburgo.


Il Teatro Mariinskij ha fatto emergere innumerevoli artisti tra i quali ballerini quali Anna Pavlova, Vaslav Nijinsky, Galina Ulanova, Rudolf Nureyev e Mikhail Baryshnikov. Un ruolo fondamentale nello sviluppo della danza classica l’hanno avuto alcuni maestri di ballo, quali Marius Petipa, Michel Fokine e George Balanchine. Il repertorio di danza del teatro, considerato a lungo “la casa di Petipa”, va anche in una direzione coreutica contemporanea: dal neoclassicismo di George Balanchine alle opere radicali di William Forsythe.


Nel corso dell’ultimo decennio il repertorio ha visto aggiungersi le opere dei grandi coreografi del XX e del XXI secolo come Kenneth MacMillan, Harald Lander, John Neumeier, William Forsythe, Hans van Manen e Pierre Lacotte. Nell’ultima decade il teatro si è impegnato nel restauro delle due opere di Petipa intitolate La Bella Addormentata e La Bayadère ricevendo critiche entusiastiche dalla stampa. Nell’ultimo decennio la compagnia ha debuttato con Cenerentola, Lo Schiaccianoci e The Magic Nut di Alexei Ratmansky, Hoffmanniade di Chemiakin e The Golden Age con la coreografia di Noah D. Gelber.


Per informazioni e biglietti (da euro 25,00 a euro 50,00): Teatro Rossini tel. 0733 812936, Amat 071 2072439 (sabato e festivi esclusi), www.amat.marche.it . Inizio spettacolo ore 21.30.



danza

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 luglio 2008 - 861 letture