counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >
comunicato stampa

Ancona: il governo vuol chiudere l\'Autorità Portuale

1' di lettura
787

porto di ancona

Il decreto legge 112 del 25 giugno 2008 – dichiara il consigliere di Sinistra Democratica Massimo Binci - prevede la soppressione entro due mesi degli enti pubblici non economici con dotazione organica inferiore alle 50 unità, senza valutare l\'utilità degli enti, ma solo il dato numerico dei dipendenti.

Verrebbero così soppresse la Autorità Portuali Di Gioia Tauro e Taranto che sono tra i porti principali del Mediterraneo.

Verrebbero soppresse quelle di Ancona, Ravenna, Salerno, La Spezia benché siano tra quelle che hanno realizzato un consistente sviluppo dei traffici, chiudono i bilanci in utile, hanno contenuto le dotazioni organiche in modo virtuoso.
Si assisterebbe così ad un colpo grave alle portualità e all\'intero sistema dei trasporti che invece proprio dal potenziamento del trasporto marittimo può recuperare produttività e nuova occupazione.

Come Sinistra Democratica intendiamo contrastare fermamente un disegno inaccettabile e dichiariamo la piena disponibilità per iniziative unitarie in Consiglio Regionale.

Proponiamo un apposito atto di indirizzo e invitiamo la Giunta Regionale ad attivarsi presso la conferenza delle Regioni affinché il blitz del governo venga scongiurato.

Non può essere consentito al Governo di intervenire con un decreto legge in una materia, come la portualità, che la Costituzione assegna alla legislazione concorrente Stato-Regioni.

ARGOMENTI

da Massimo Binci
consigliere regionale Sinistra Democratica

porto di ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 luglio 2008 - 787 letture