Falconara, il Pd al Pdl: \'Ora votiamo insieme il no al Cpt\'

2' di lettura 30/05/2008 - Dopo il no dell\'amministrazione all\'ipotesi di Cpt alla Saracini, Lodolini tende una mano. \"Se questa - dice - è la loro reale intenzione, possiamo anche votare insieme il no al Cpt di Falconara\".

Dopo il no dell’amministrazione all’ipotesi di Cpt alla Saracini, il clima politico si fa più disteso anche se non mancano gli attacchi da parte dell’opposizione per il balletto di dichiarazioni dei giorni scorsi. In vista del consiglio comunale di ieri sera che, fatta eccezione per una dichiarazione iniziale del sindaco Goffredo Brandoni, non si è addentrato in una discussione sull’argomento, il capogruppo Pd Emanuele Lodolini ha parlato di “maggioranza confusa: in 48 ore ha cambiato idea il sindaco e c’è una differenza profonda rispetto alle posizioni dei parlamentari del Pdl”.


L’onorevole Carlo Ciccioli infatti si era detto da subito d’accordo all’idea di Centro Identificazione ed Espulsioni nell’area dell’ex caserma, vista la vicinanza con il porto dorico che negli ultimi tempi ha fatto registrare un’impennata degli accessi irregolari. Di diverso avviso invece il Pdl cittadino che ha giustificato il suo no per la vicinanza della zona con obiettivi sensibili (Api e Sanzio).


Lodolini intanto tende una mano. “Se questa – dice – è la loro reale intenzione, possiamo anche votare insieme il no al Cpt di Falconara”. Soddisfazione anche nel Pd provinciale. “Il Pd – spiega Leonardo Animali - manterrà comunque l’odg in consiglio provinciale perché è importante che al Governo venga dato un messaggio politico forte e chiaro sulla contrarietà di un Cie nel nostro territorio. Anche perché, nonostante il positivo ravvedimento, non potremmo certo sentirci garantiti, nell’eventuale confronto con il governo, da un sindaco che in soli quattro giorni, su una questione importante per la quotidianità della popolazione, si contraddice nel modo che l’opinione pubblica ha avuto modo di osservare”.


In discussione ieri anche la composizione delle varie commissioni consiliari. Il Pdl sembra abbia individuato già i presidenti: si parla di Giorgia Fiorentini per il Bilancio, Ludovico Luogo per Urbanistica, Diego del Prete a Turismo e Politiche giovanili, Ivano Astolfi per l’Ambiente, Luca Cappanera per la Sicurezza e Raimondo Baia ai Servizi Sociali. La Fiorentini e il capogruppo Clemente Rossi, insieme al presidente del consiglio Marco Giacanella, parteciperanno anche alla commissione speciale per revisionare lo Statuto e regolamento comunale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 30 maggio 2008 - 752 letture

In questo articolo si parla di politica, marco catalani





logoEV