counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Treia: sequestrato tomaificio gestito da cinesi

1' di lettura
915

laboratori cinesi

Un blitz degli agenti della squadra mobile di Macerata, ha portato alla scoperta di un tomificio, in cui lavoravano in pessime condizioni dieci cinesi, di cui due clandestini

Dalle loro mani uscivano le griffe dei grandi marchi, ma senza nessun rispetto delle più elementari norme di dignità umana e del lavoro. Le forze dell\'ordine, fatta irruzione venerdì notte in un casolare a Treia, si sono trovati davanti a delle pessime condizioni igieniche e sanitarie.


I due \'padroni\' cinesi, costringevano i loro connazionali a turni massacranti di lavoro notturno, per consegnare le scarpe ai committenti, noti marchi del mondo della calzatura. E\' scattato il sequesto del tomaificio e la denuncia. Tra i dieci operai cinesi trovati nella casa, due erano clandestini. A vivere in quell\'inferno anche tre neonati.



laboratori cinesi

Questo è un articolo pubblicato il 26-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 maggio 2008 - 915 letture