Bolli auto: firmata la convenzione tra regione e poste italiane

poste italiane 2' di lettura 23/05/2008 - Tempi più stretti, dati più precisi, controlli più mirati e di conseguenza molti meno errori e perdite di tempo negli accertamenti relativi al bollo auto. E\' lo scopo della convenzione firmata tra la Regione Marche e Poste Italiane.

Grazie all\'accordo con Poste Italiane e alla collaborazione dei servizi informatici di Palazzo Raffaello infatti si migliorerà la procedura di invio degli avvisi attraverso il Servizio Integrato di Notifica.


\"Gli innovativi servizi di notifiche integrate sviluppati con la Regione Marche - sottolinea Poste Italiane - rappresentano uno degli esempi più riusciti di positiva relazione con la pubblica amministrazione locale\". La novità consiste nel fatto che il servizio prevede la gestione e il controllo dell\'intero processo della notifica dalla ricezione dei dati necessari per la produzione degli atti da recapitare, alla stampa e notifica tramite servizio postale, fino alla gestione degli esiti e all\'archiviazione delle ricevute di pagamento e dei documenti oltre che alla raccolta della memoria difensiva senza alcun onere per il cittadino.


\"I vantaggi sono notevoli - spiega l\'assessore al bilancio Pietro Marcolini - dalla riduzione dei tempi di ogni fase di lavoro e di notifica, alla diminuzione se non azzeramento totale della perdita economica per i bolli non pagati, dalla riduzione di rischi contabili - amministrativi alla notificazione degli atti in tempi celeri oltre alla riduzione e semplificazione delle attività di contenzioso con i cittadini attraverso una precisa rendicontazione informatica. In poche parole il Servizio Integrato Notifiche significherà meno errori, più chiarezza e la certezza di un servizio più efficiente. Intanto - prosegue Marcolini - arrivano i risultati dei controlli effettuati negli anni scorsi e non mancano le sorprese: rispetto ai 150.000 avvisi inviati per l\'accertamento della tassa automobilistica del 2004 risulta che oltre 60.000 cittadini hanno direttamente provveduto a pagare quanto loro addebitato. Oltre il 40% degli accertamenti si conclude quindi con un pagamento immediato\".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 23 maggio 2008 - 1228 letture

In questo articolo si parla di regione marche, economia, bolli auto





logoEV