Scoppia la Mat-mania: graffiti su negozi e muri per colorare la città

graffiti mattia 2' di lettura 20/05/2008 - Nessuno si azzardi più a chiamarli vandali o imbrattatori. L\'Estate 2008 sdogana i graffiti e i writer si fanno interpreti del gusto sulle mura cittadina. Se fino a qualche tempo fa la gente chiamava allarmata la Polizia Municipale ogni qualvolta avvistava ragazzi \"armati\" di bomboletta spray, oggi accade l\'esatto contrario. Il graffito diventa forma d\'arte, spruzzata di colore nel grigio della città, abbellimento di palazzi e in spiaggia, in vista dell\'apertura stagionale, anche segno distintivo degli chalet. Basta affacciarsi sul litorale e dare un\'occhiata.

Mattia Chiappa, meglio conosciuto come \"Mat\", falconarese di 23 anni, è diventato l\'interprete principe di questa nuova tendenza. Imponenti e di grande impatto visivo le sue creazioni artistiche. Il sottopasso di via Goito è ornato di volti femminili, quello di via Spagnoli da un grande acquario.


E gli operatori balneari si sono accorti di lui. Il Barracuda (ex Le Ragazze), 100% Frutta (ex Azzurro \'84), Gabbiano, Lido Azzurro, Rita si sono affidati alla sua arte. Il tutto realizzato a mano libera, senza l\'utilizzo di proiettori per meglio seguire le linee. \"Di solito mi danno carta bianca - spiega Mat - mi ispiro al nome del locale e all\'impronta che il bagnino vuole dare allo stabilimento. E pensare che fino a qualche tempo fa bagnini e pescatori, quando mi vedevano, chiamavano immediatamente i vigili\". Dal mare alla città. Le mura del parco Kennedy sono diventate un\'immensa allegoria di Falconara, un residente di via XX Settembre ha chiamato Mat per affrescare la parete esterna della propria abitazione con il disegno del proprio gatto.


Proprio in questi giorni il giovane è al lavoro per esaudire la richiesta. Mentre è sulla scala, all\'angolo con via Buozzi, le auto di passaggio rallentano per ammirare, qualcuno si ferma e va a stringergli personalmente la mano. Altri addirittura lo \"reclutano\" per altri lavori. La serranda di un negozio, il muro di una camera da letto. Il giovane non si fa pregare.


\"E\' una passione - racconta - nata nel 2000 e coltivata da autodidatta. Mi piacciono più i soggetti figurativi che quelli scritti perché hanno un impatto più immediato su chi guarda. Capita anche che mi chiamino per disegnare su barche, catamarani o autoveicoli\".


Mat-mania, insomma? Pare di sì. Tanto che dopo l\'esperimento nel sottopasso di via Spagnoli, dove il graffito è stato realizzato anche con il contributo di Koco Beach e Blu, il consorzio Falcomar sta pensando di trovare sponsor per consentire al writer di passare il suo spray su tutti gli accessi in spiaggia. Nel frattempo Mat alterna la passione per il murales a quella per la tela. In questi giorni le sue opere sono in mostra al ristorante Traiano di Ancona: quadri astratti e figurativi fino al 27 maggio.








Questo è un articolo pubblicato il 20-05-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 maggio 2008 - 7156 letture

In questo articolo si parla di attualità, marco catalani





logoEV