counter

L\'acqua del rubinetto meglio di quella dei depuratori

acqua 2' di lettura 25/04/2008 - Si sta diffondendo l\'abitudine di applicare sugli impianti di casa un \"depuratore\" per l\'acqua, con lo scopo di abbassare il livello del calcio, senza domandarsi se è proprio necessario.

Vogliamo ricordare che l\'acqua del rubinetto distribuita nella gran parte dei Comuni della provincia proviene dalla sorgente Gorgovivo, è di buona qualità ed ha caratteristiche medio minerale come le acque vendute in bottiglia


Contiene sali minerali in giuste quantità e non può definirsi dura. Mediamente il livello di durezza è pari a 25/27 gradi francesi (sulla tabella delle analisi dell\'acqua allegata alle bollette e sull\'etichetta delle acque minerali è riportata in gradi francesi °F).


Non solo per la durezza ma per tutti gli altri parametri chimici (calcio, sodio, potassio, magnesio ecc..) l\'acqua del rubinetto ha dei valori che si collocano ben al di sotto dei limiti massimi previsti dalla legge sulle acque potabili (DL 31/2001) che impone parametri di qualità molto rigorosi. Per essere potabile l\'acqua non solo non deve contenere microorganismi o parassiti, ma non deve superare valori massimi di determinate sostanze. Il calcio naturalmente disciolto nell\'acqua che contribuisce a determinare la durezza, è indispensabile per la nostra alimentazione.


L\'acqua del rubinetto ne contiene mediamente 84/85 milligrammi per litro, diverse acque in bottiglia superano ampiamente questo valore ma nessuno si sognerebbe mai di \"depurarle\" o decalcificarle. L\'acqua di casa, inoltre, è sottoposta a continui controlli da parte delle Autorità Saniate e dal Laboratorio Analisi interno della Multiservizi che possiede la certificazione di qualità ISO 9001.


Purtroppo sull\'acqua del rubinetto pesano molti pregiudizi legati al timore d\'inquinamento delle falde causato da pesticidi e concimi chimici. Un timore che nel caso dei Comuni serviti dalle sorgenti Gorgovivo è del tutto ingiustificato per il fatto che le sorgenti si trovano in bacino naturale posto all\'interno del complesso montuoso del San Vicino dove l\'acqua arriva dopo un lungo processo di filtrazione che l\'arricchisce di sali minerali e la depura da possibili elementi inquinanti.


Fermo restando il fatto che ognuno fa le sue scelte, invitiamo a riflettere prima di ogni acquisto, ad informarsi sul funzionamento degli apparecchi e invitiamo coloro che hanno già in casa un \"depuratore\" dell\'acqua a controllarlo con attenzione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 aprile 2008 - 3070 letture

In questo articolo si parla di attualità, multiservizi spa, acqua





logoEV
logoEV