counter

San Benedetto: teatro e giovani, un binomio vincente

locandina tetaro giovani san benedetto del tronto 4' di lettura 06/04/2008 -

Il ventitreenne regista milanese Tommaso Pitta - vincitore del concorso nazionale Nuove Sensibilità con Interviste con uomini schifosi - è dal mese di gennaio al lavoro con un gruppo di studenti del Liceo Classico \"Giacomo Leopardi\" di San Benedetto del Tronto nell\'ambito di Scuola di scena, progetto di formazione teatrale organizzato dall\'Amat e dall\'Assessorato alla Cultura del Comune di San Benedetto nell\'ambito di Palcoscenico Marche / Futura memoria promosso da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Sistema Teatro Marche (Associazione temporanea d\'impresa tra Amat, Teatro Stabile delle Marche, Inteatro e Teatro del Canguro) ed altri Enti locali regionali.



Partendo dalla fisionomia di Futura memoria, progetto il cui obiettivo è quello di stimolare e accrescere la sensibilità al contemporaneo attraverso la dialettica tra necessità della memoria e sguardo al futuro, Scuola di scena ha proposto un lavoro di formazione teatrale facendo confrontare i ragazzi con un testo della letteratura classica greca come Le rane di Aristofane (nella traduzione di Guido Paduano).


Il regista Tommaso Pitta, assistito da Renato Avallone, ha costruito con i \"giovani attori\" uno spettacolo - che debutterà giovedì 10 aprile al Teatro Mercantini di Ripatransone (ingresso gratuito, inizio ore 21) - fresco e dinamico, specchio del rigore e della vitalità che ha contaddistinto il lavoro dei ragazzi. L\'energia e l\'autenticità degli interpreti e del regista rappresentano quella sensibilità al contemporaneo di cui Futura memoria si fa promotore e rendono l\'esperienza ricca di creatività.


Tommaso Pitta ha evitato di offrire al gruppo di liceali un approccio prettamente didascalico ma ha dato loro la possibilità di mettersi direttamente a confronto con una messinscena. «Le occasioni di apprendimento», come afferma lo stesso regista, «diventano le situazioni e le problematiche che offrono il testo e l\'esperienza del fare teatro». Renato Avallone sottolinea come gli studenti hanno da subito accolto il fatto teatrale nella sua totalità, improvvisandosi non solo attori ma anche tecnici e aiuto-registi.


La scelta di Pitta di inscenare una delle commedie di Aristofane non è stata affatto casuale: la comicità che le connota le rende infatti divertenti e gradevoli anche ai più giovani. Inoltre, il gran numero di personaggi che le popolano ha dato ad ogni studente l\'opportunità di cimentarsi nel ruolo di attore. Pitta ha ulteriormente motivato la scelta de Le rane affermando che la commedia dell\'autore greco «ha come bersaglio non tanto la società ateniese, quanto la cultura di quella società a noi più nota. Terreno dunque più adatto a fornire occasioni di intrattenimento».


Tommaso Pitta, dopo aver conseguito il diploma di Maturità classica, frequenta il Corso di Regia della Scuola d\'Arte Drammatica Paolo Grassi dove si diploma nel 2006. Durante gli anni di scuola studia teatro, tra gli altri, con Gabriele Amadori, Elizabeth Boeke, Gianni Canova, Massimo Castri, Hugh Hogardt, Kuniaki Ida, Cesare Lievi, Renata Molinari, Massimo Navone, Tatiana Olear. Nel 2005 frequenta il corso di cinematografia organizzato a Firenze dalla scuola New York Film Academy e ne consegue il diploma. Dello stesso anno è la sua prima regia teatrale di Boston Marriage dal testo di David Mamet. Ha lavorato con Toni Servillo come assistente alla regia ne Le false confidenze e Trilogia della villeggiatura.


In ultimo ha curato drammaturgia e regia dello spettacolo Mi cercarono l\'anima a forza di botte - La Chiesa e Domenico Scandella, dedicato al mugnaio eretico protagonista di un saggio di Carlo Ginzburg. L\'ultimo lavoro del regista, Interviste con uomini schifosi prodotto da Teatro Stabile delle Marche in collaborazione con Amat, debutterà il 30 e 31 maggio in anteprima nazionale al Teatro alla Mole di Ancona.


Gli studenti del Liceo Classico \"Giacomo Leopardi\" che hanno partecipato a Scuola di scena sono: Jacopo Alesi, Carla Ascolani, Cristina Aureli, Eleonora Bruni, Clarissa Camaioni, Patrizia Capacchietti, Stefano Corvo, Mariapia Cossignani, Alessandro Di Domenico, Marco Di Francesco, Jacopo Di Iorio, Sara Eusebi, Simone Ferretti, Martina Landini, Roberta Marinelli, Marina Marozzi, Caterina Mascaretti, Denise Massa, Maria Francesca Neroni, Valeria Noci, Giulia Pazzaglia, Vincenzo Pilotti, Serena Reda, Michela Ruggieri, Francesca Spinosi, Federica Ulissi, Giulia Voltattorni.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 07 aprile 2008 - 1946 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, giovani, san benedetto del tronto, locandina, tetaro





logoEV
logoEV