counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Ancona: la raccolta porta a porta un salto di qualità

1' di lettura
969

Ancona partirà con il “porta a porta”. Anconambiente ha scelto una strada impegnativa ma sicuramente vicina a quello che in altre zone si sta già facendo da qualche anno, scelta coraggiosa che l’Amministrazione comunale ha voluto e sostiene.

da Caterina Di Bitonto
assessore all'ambiente

Un percorso nuovo per tutti anche per i cittadini e gli operatori economici, un percorso obbligato dalle leggi vigenti che ci vede tutti coinvolti nello stesso modo e nessuno più bravo dell’altro, una scelta importante per una città di 100 mila abitanti che tecnicamente prevede impegno e lavora, un cambio di abitudini importante che va sostenuto, aiutato e che porterà dei risultati.

Un scelta che Comune e Azienda hanno fatto per rispettare le leggi, per evitare che i costi di smaltimento debbano crescere ancora e pesare nelle tasche dei cittadini, per tutelare l’ambiente e trasmettere un messaggio chiaro di “non spreco”. I tempi per coprire tutta la città si ipotizzano da ora alla fine del 2009, partire da una zona o dall’altra è un problema secondario: in quest’ottica pertanto continueranno gli incontri con i commercianti del centro per mettere a punto la proposta tecnicamente migliore, da utilizzare entro non 3 ma 24 mesi circa.

In sintesi sapere che tutta la città avrà il “ porta a porta” entro circa due anni è il messaggio vero da veicolare: il Comune ha scelto, e con esso l’Azienda Anconambiente si sta impegnando a fondo, assieme e convintamente, con coraggio e sapendo di dover lavorare. La città sta cambiando davvero.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 02 febbraio 2008 - 969 letture