counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: borse lavoro della Provincia per i giovani diplomati

2' di lettura
3267

Sono stati pubblicati due nuovi bandi della Provincia di Macerata per l’assegnazione di 240 borse-lavoro ad altrettanti giovani diplomati che intendono realizzare esperienza lavorativa in aziende o in associazioni onlus.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

Per questi nuovi interventi di sostegno all’inserimento in impresa di diplomati, la Provincia ha destinato circa un milione di euro della quota parte del Fondo sociale europeo, introducendo per la prima volta un’importante novità. Infatti, oltre all’intervento rivolto a tutti i giovani disoccupati o inoccupati in possesso di un diploma di maturità; è stato emanato il bando rivolto a diplomati – inoccupati o disoccupati - appartenenti a categorie svantaggiate, tra cui diversamente abili iscritti negli elenchi di cui alla legge 68 sul collocamento al lavoro delle persone con disabilità e giovani riabilitati dalla dipendenza da droga e da alcool.

Per il primo intervento sono disponibili 160 borse-lavoro, per il secondo 80 borse-lavoro. Tutte avranno la durata di sei mesi e saranno retribuite con un assegno mensile di 550 euro. L’orario di presenza in azienda sarà di 25 ore settimanali. Ad ogni borsista la Provincia riconosce anche un rimborso, fino a 150 euro, della spesa sostenuta per la stipula di polizze assicurative per il periodo di fruizione della borsa-lavoro.

Le domande, secondo le modalità previste nei rispettivi bandi pubblicati sul sito internet della Provincia (www.provincia.mc.it/provincia alla pagina “Formazione”) dovranno essere presentate alla Provincia di Macerata - Settore VI, Servizio sostegno all’occupazione – in via Armaroli 42/44 (tel. 0733-248329 oppure 248316) entro il 31 gennaio per le 160 borse-lavoro rivolte alla generalità dei diplomati ed entro il 15 febbraio per le borse-lavoro riservate alle categorie “svantaggiate”. Nel 2007 sono stati 230 (suddivisi in due diversi bandi) i diplomati che hanno avuto assegnate le borse-lavoro per l’inserimento in aziende. A loro vanno aggiunti 67 laureati che hanno beneficiato di assegni di ricerca in base ad un diverso bando che sarà riproposto anche nel 2008.


Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 11 gennaio 2008 - 3267 letture