counter

Ancona: il Pd fiducioso per il nuovo anno

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’anno che ci lasciamo alle spalle ha visto, grazie all’azione del Governo Prodi, un Paese rimettersi in movimento.

da Pd Ancona


Il 2007 consegna, altresì, alla politica molti spunti di riflessione. A partire dalla fotografia scattata dal Censis alla società italiana: una poltiglia di massa, una sorta di “mucillagine”. Vale a dire un insieme animato da pulsioni ed emozioni individuali. Un’esplosione di interessi particolari, di localismi ed egoismi. Una società dove tutte le componenti stanno insieme perché accostate, non perché integrate. E ancora la sfiducia diffusa che sfonda ogni limite.

Sono tutti temi che chiamano in causa l’autorevolezza della politica e lasciano emergere il senso di fondo della sfida del PD, che nasce per restituire nobiltà alla politica. Nasce per restituire spirito civico e un’identità collettiva ad un Paese sempre più disilluso dalla politica e dalle istituzioni. Da troppo tempo questo Paese non ha uno specchio vero in cui riconoscersi. Per tali motivazioni lo scorso 14 ottobre è nata quella grande forza riformista che l’Italia mai ha avuto. In pochi mesi il PD sta ridefinendo l’agenda politica del Paese e si sta ponendo come un interlocutore nuovo, con una dimensione che presto sarà radicata e organizzata anche a livello periferico. Gennaio sarà, difatti, il mese del PD. Le Assemblee fondative vedranno nascere una sessantina di circoli del PD nel territorio della provincia. Tutti coloro che parteciperanno alle assemblee riceveranno il certificato di "Fondatore del PD" e contribuiranno ad eleggere gli organismi dirigenti territoriali e di base del PD.

Coinvolgeremo i cittadini nella costruzione del PD, in due modi: con Circoli sparsi sul territorio e discutendo delle principali questioni al centro della politica odierna all'interno di Forum tematici che saranno costituiti nei prossimi mesi. Sempre per gennaio sono in programma iniziative pubbliche sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, sulla Finanziaria e la costituzione del Coordinamento provinciale degli Amministratori del PD. Continuerà altresì il lavoro del Coordinamento dei Giovani Democratici della provincia di Ancona, ragazze e ragazzi al di sotto dei trenta anni, con il compito di organizzare le primarie di marzo con le quali si strutturerà il movimento giovanile del Pd. E’ questo, dunque, il momento di scaldare i motori per creare nuovi momenti di grande partecipazione popolare e per costruire questo partito nuovo dal basso. Anche per questo ben presto sarà ufficializzato lo staff politico che aiuterà e accompagnerà il sottoscritto in questa bella ed inedita sfida. Dal cammino dei prossimi mesi e dalla coerenza che sapremo mettere in campo dipenderà molto il futuro del Pd nel nostro territorio.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 31 dicembre 2007 - 916 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, politica, partito democratico





logoEV
logoEV