counter

Fano: a teatro con I Giganti della Montagna

4' di lettura 30/11/-0001 -
I giganti della montagna, ultimo e incompiuto dramma di Luigi Pirandello, sarà in scena dal 20 al 22 dicembre (buio in sala alle 21.15) al Teatro della Fortuna per FanoTeatr’07’08, stagione di prosa organizzata dalla Fondazione Teatro della Fortuna e AMAT.

dal Teatro della Fortuna


Lo spettacolo, allestito dalla Compagnia Lombardi-Tiezzi – che lo produce insieme al Teatro di Roma -, arriva a Fano poco più di un mese dopo il debutto in prima nazionale al Teatro Argentina di Roma. La compagnia, come sempre diretta da Federico Tiezzi, incontra felicemente per l’occasione Iaia Forte affidandole il ruolo di Ilse, mentre Sandro Lombardi è il Mago Cotrone e Massimo Verdastro (Premio ETI - Olimpici del teatro 2007 come migliore attore non protagonista per l'interpretazione di Upupa ne Gli uccelli di Aristofane, regia di Federico Tiezzi) recita nei panni di Cromo.

“Al limite tra favola e realtà” I giganti della montagna porta in scena una banda di teneri sognatori con la quale un’attrice, Ilse, tenta di imporre ad un pubblico di rustici muratori la pièce di un autore morto di cui coltiva la memoria e l’amore. Tutto ruota intorno all’interrogativo: cos’è e qual è il ruolo dell’arte in una società che ha dimenticato la classicità, l’antichità, la polis e soprattutto l’arte della comunicazione teatrale.

Federico Tiezzi ha letto il testo pirandelliano come una sorta di archetipo attraverso il quale scendere nei meandri più profondi dei meccanismi del teatro, delle sue suggestioni, dei suoi fasti e fallimenti, dei piaceri e dei dolori con cui esso irrompe nelle vite di chi vi si dedica. Lo ha immerso nei colori e nelle visioni del Fellini di Otto e Mezzo e della Dolce Vita e in quelle letterarie del Pasolini di Petrolio e degli Scritti Corsari. “In un momento in cui la società dello spettacolo sembra voler progressivamente marginalizzare il ruolo del teatro, è con l'intento di ribadirne la centralità e l'insostituibilità culturale che ci rivolgiamo ai Giganti della montagna, che proprio al teatro innalza un canto d'amore appassionato e struggente”. Così spiega il regista il quale si serve del dramma pirandelliano per mettere “in conflitto tre linguaggi della comunicazione del ‘900: il teatro simboleggiato da Ilse, il cinema raffigurato da Cotrone e la televisione imposta con violenza dai Giganti, un mezzo che sta fagocitando gli altri due”.

Sandro Lombardi, che ha collaborato alla drammaturgia, racconta: ”Questo testo è incompiuto, resta solo una nota del figlio di Pirandello e su questa base Tiezzi ha chiesto a Franco Scaldati, drammaturgo siciliano, di scrivere proprio in siciliano un ipotetico finale che rispetti la nota di Stefano Pirandello, drammatizzandola però teatralmente. E’ una cosa che non era mai stata fatta prima, una novità assoluta e una bella sorpresa.”

Federico Tiezzi e Sandro Lombardi sono in Compagnia dal 1972. Insieme hanno prodotto spettacoli memorabili di altissimo livello riconosciuti e apprezzati dal pubblico e dalla critica – basta solo citare i numerosi Premi Ubu vinti più volte (gli ultimi due nel 2007 per Gli uccelli di Aristofane) per il migliore spettacolo e la migliore regia e (ben quattro) per il migliore protagonista maschile a Sandro Lombardi -. In scena, oltre ai detti, Andrea Carabelli, Silvio Castiglioni, Roberto Corradino, Marion D’Amburgo, Clara Galante, Aleksandar Karlic, Ciro Masella, Alessandro Schiavo, Debora Zuin. Le scene sono di Pier Paolo Bisleri, i costumi di Giovanna Buzzi e le luci di Gianni Pollini.

Biglietti. Settore A € 25,00 (ridotto Giovani 22,00); Settore B € 20,00 (18,00); Settore C € 15,00 (13,00); Settore D € 10,00 (8,00). Info. Botteghino Teatro della Fortuna, tel. 0721 800750 - fax 0721 827443, botteghino.teatro@comune.fano.ps.it, . Amat, tel. 071 2072439 – fax 071 54813. Orario Botteghino Teatro. Tutti i giorni esclusi i festivi 17.00 – 19.00, nei giorni di spettacolo 10.00 – 12.00 e dalle 17.00 in poi, la domenica di spettacolo 10.00 – 12.00 e dalle 15.00 in poi. Biglietteria online. TicketOne, punti vendita in tutta Italia, per il più vicino 0721 392261





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 18 dicembre 2007 - 707 letture

In questo articolo si parla di fano





logoEV
logoEV