counter

Macerata: auto, imposta ridotta per quelle a bassa emissione CO2

2' di lettura 30/11/-0001 -
L’Amministrazione provinciale di Macerata ha deciso di “premiare” le autovetture meno inquinanti.

dal Comune di Macerata
www.comune.macerata.it


Con una deliberazione già approvata dalla Giunta e che ora sarà sottoposta all’esame definitivo del Consiglio provinciale, viene emendato il regolamento provinciale che disciplina l’applicazione dell’imposta di trascrizione, iscrizione e annotazione dei veicoli al Pubblico registro automobilistico (PRA), al fine di consentire in provincia di Macerata una differenziazione delle tariffe tra auto “rispettose dell’ambiente” e auto a forte impatto inquinante.

Per favorire le prime, all’art. 4, quello che definisce i criteri di applicazione dell’imposta, si aggiunge un comma in cui viene stabilito: “La Giunta provinciale nella determinazione delle misura delle tariffe dell’imposta provinciale di trascrizione applicabile a decorrere dall’1/1/2008, potrà tener conto delle emissioni di CO2 (biossido di carbonio n.d.r) prodotte dalle autovetture, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi comunitari”. “Come Provincia di Macerata – sottolinea il presidente Giulio Silenzi – vogliamo fare la nostra parte per salvaguardare l’ambiente e nello specifico prevenire situazioni di inquinamento atmosferico”.

Va ricordato che è unanimemente riconosciuto come in tutti i paesi industriali il settore dei trasporti venga considerato uno dei responsabili della produzione del biossido di carbonio, derivato essenzialmente dall’impiego di combustibili fossili. Nel rispetto del Protocollo di Kyoto sulla riduzione del gas serra, l’Unione europea, con direttive comunitarie e con atti del Parlamento e del Consiglio, ha operato una strategia per la riduzione di emissioni di CO2 da parte delle autovetture entro il 2012. L’azione della Provincia di Macerata va dunque in questa direzione e “l’applicazione differenziata delle tariffe in ragione dell’emissione di CO2 – fa rilevare Silenzi – può ragionevolmente costituire un segnale di attenzione sia verso la problematica ambientale, sia nei confronti degli automobilisti più sensibili a questi temi”.

E’ la seconda volta negli ultimi due anni che la Giunta provinciale apporta modifica al regolamento dell’IPT per differenziare le tariffe. Nel 2006 una simile deliberazione fu adottata per ridurre sensibilmente la tariffa, a vantaggio dei portatori di handicap sensoriali.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 17 dicembre 2007 - 1168 letture

In questo articolo si parla di ambiente, provincia di macerata