counter

Macerata: firmata l'intesa per il progetto Trenomaceratabus

75' di lettura 30/11/-0001 -
Prenderà il via il 1 febbraio e avrà la durata sperimentale di un anno il progetto per l’integrazione tariffaria “ferro – gomma” lungo il corridoio della tratta ferroviaria San Severino Marche – Civitanova Marche. Dopo molti incontri convocati dalla Provincia di Macerata, quale ente promotore del progetto, ed un improvviso stallo dovuto ad una serie di obiezioni da parte di Trenitalia – obiezioni ora superate – è stato sottoscritto un protocollo d’intesa che rilancia definitivamente l’iniziativa per farla entrare nella fase operativa.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


Nei giorni scorsi l’assessore ai trasporti della Provincia, Romangnoli, aveva protestato per la posizione assunta ultimamente da Trenitalia che rallentava il procedimento di accordo tra i vari vettori. E proprio a seguito di tale protesta c’è stato un nuovo incontro che ha portato a sbloccare la situazione.

L’intesa è stata sottoscritta in Ancona, nella sede della Regione Marche, dall’assessore ai trasporti della Provincia di Macerata, Marco Romagnoli, dal direttore di Trenitalia, Danilo Antolini ed inoltre da Maurizio Gentili per conto dell’APM di Macerata e Mario Pollicelli per il Contram di Camerino, oltre al dirigente regionale dei servizio trasporti, Sergio Strali. Al progetto aderiranno anche l’Assm di Tolentino e l’Atac di Civitanova. Ora l’accordo dovrà essere formalizzato con atti amministrativi da parte dalle singole società di trasporto.

Il progetto, denominato, “Trenomaceratabus”, consentirà agli utenti di acquistare un unico abbonamento mensile “integrato” per l’utilizzo del treno, dell’autobus extraurbano e del bus urbano nella città di origine o di destinazione del viaggio. L’ambito di applicazione è quello compreso tra San Severino, Tolentino, Macerata, Civitanova Marche. “Sono soddisfatto – ha dichiarato Romagnoli – di questo accordo così come delle assicurazioni ricevute per quanto riguarda il servizio di biglietteria nella stazione di Macerata. Grazie all’interessamento del direttore regionale, Danilo Antolini si è giunti a soluzioni positive, ripristinando un buon rapporto con Trenitalia a tutto vantaggio degli utenti. Per quanto riguarda questa iniziativa di Trenomaceratabus essa – ha sottolineato Romagnoli – va incontro alle esigenze di quanto utilizzano i mezzi pubblici ed in particolare di molti lavoratori pendolari o studenti”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2007 - 964 letture

In questo articolo si parla di trasporti, provincia di macerata





logoEV
logoEV