counter

Ancona: un libro che svela i segreti per in invecchiare bene

2' di lettura 30/11/-0001 -
Cinquecento domande e cinquecento risposte: un excursus a 360 gradi sul tema dell’invecchiamento quello svolto dal dott. Paolo Fumelli, medico geriatra all’Inrca per quarant’anni dove ha diretto uno dei maggiori centri antidiabetici del Paese, insieme all’amico Rodolfo Colarizi, farmacista, pubblicista e saggista milanese.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Il libro, un utile strumento per affrontare i diversi interrogativi legati al decadimento psicofisico della terza età, è stato presentato oggi nella sala consiliare del Comune, alla presenza dell’assessore ai Servizi sociali ed educativi, Marida Burattini, del direttore sanitario dell’Inrca, Maurizio Sebastiani, dal prof. Giovanni Danieli dell’Università di Ancona e dell’imprenditore Giampaolo Giampaoli che ha spesso supportato l’Inrca nelle sue iniziative, specialmente sul piano dei prodotti alimentari mirati per la terza età.

“Per decenni sono stato” giornalmente a contatto con gli anziani- ha spiegato Fumelli- e ne ho registrato timori, dubbi, aspettative, sul piano della salute ma anche su quello psicologico e sociale. Mi sono reso conto che molti fra loro non ricevevano risposte esaurienti rispetto alle diverse problematiche connesse all’invecchiamento e quindi abbiamo pensato di condensare in un volume- i cui diritti d’autore saranno devoluti interamente alla casa di riposo “Familia nova” di Fano e alla mensa del povero di Padre Guido di Ancona- in ventisei capitoli, tante questioni, quali la prevenzione, l’umore, l’alimentazione, l’attività motoria, le patologie più diffuse ed i medicamenti fino al pensionamento, la solitudine, la sessualità, l’uso del tempo libero e la scelta della vacanze, la guida ed il ruolo di nonno o nonna.”

Gremita la sala consiliare di tanti ultrasessantenni, rappresentanti di associazioni, parroci, familiari di persone anziane e operatori sociali, interessati ad approfondire l’argomento.

“Come la Pedagogia si occupa dell’infanzia- ha sottolineato l’Autore- esiste una scienza oggi, la Geragogia, che affronta i problemi dell’invecchiamento. Come invecchiare bene, cioè, accettando di convivere con la paura del tempo che passa, con lo spauracchio (legittimo) della morte, con il decadimento psicofisico. Se non ci si accetta, si diventa dei disadattati. E’ normale abbattersi perché i riflessi non sono più gli stessi, perché ci si sente inutili e perché purtroppo la pensione non equivale al reddito che si percepiva prima. Ma continuando a volersi bene, mantenendo la cura della persona e dell’aspetto, interessandosi a nuove attività, godendo del tempo libero e prendendosi cura dei nipoti, la terza età può diventare una nuova, appassionante fase della vita”.

Il libro, edito da Tecnoprint è già in vendita nelle librerie cittadine.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 13 dicembre 2007 - 1156 letture

In questo articolo si parla di ancona





logoEV
logoEV