counter

Le Marche unite dalla musica

2' di lettura 30/11/-0001 -
La musica per le Marche è un punto forte di identità: su questo principio hanno posto l’accento ieri pomeriggio tutti gli intervenuti alla conferenza stampa di presentazione della stagione sinfonica 2007/2008 della Form.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


“L’orchestra rappresenta un patrimonio di cui dispone la regione - ha infatti rimarcato il presidente Form, Renato Pasqualetti - impegnata su tutto il territorio e, in modo continuativo, nelle tre stagioni principali: al Pergolesi di Jesi, alle Muse di Ancona e allo Sferisterio di Macerata”. Un ringraziamento sentito al lavoro che svolge la Fondazione Orchestra Regionale delle Marche, “uno dei principali pilastri dello spettacolo dal vivo”, è stato espresso dall’assessore ai Beni e attività culturali, Luigi Minardi, intervenuto alla presentazione a fianco del maestro Donato Renzetti, del Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Marco Pacetti, del direttore della Form, Fabio Tiberi, oltre che da consiglieri e soci fondatori Form e rappresentanti di Banca Marche.

L’assessore ha poi voluto stilare una sorta di bilancio in chiusura dell’anno: “E’ stato un anno speso bene. La Form ha offerto al nostro lavoro competenza, qualità, personale motivato e intelligenza, che vanno ad aggiungersi alla qualità della proposta artistica manifestata durante tutto il 2007. Vogliamo continuare su questa strada, fatta di collaborazione e progetti che hanno impresso all’intero sistema una grande forza propulsiva. Un sistema che mette in campo progettualità apprezzata e riconosciuta a livello nazionale”.

Un bilancio più che positivo, dunque, “grazie alla forte capacità di collaborazione tra i tanti soggetti che ci ha permesso di attrarre in modo inedito cospicue risorse dal livello governativo”. Per l’anno che verrà, Minardi ha elencato i tre obiettivi da raggiungere: “Vogliamo lavorare ad uno riorganizzazione finanziaria, anche adottando strumenti nuovi per le Marche. Accompagnare il percorso di crescita in atto nella Form. Incentivare, sempre più, la collaborazione tra soggetti per favorire la contaminazione dei linguaggi e la loro innovazione e potenziare l’azione di ognuno. Per raggiungere questi obiettivi ci impegneremo a dare il meglio di noi per far si che il prossimo anno sia fortunato come il 2007. Per me rappresenta una previsione più che un augurio” .





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 12 dicembre 2007 - 868 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV