counter

L'assessore regionale Petrini solidale con gli agricoltori

2' di lettura 30/11/-0001 -
“Mi spiace che non posso essere a fianco della Coldiretti, che domani manifesterà sotto la Regione Marche, perché impegnato istituzionalmente a Bruxelles alla Conferenza internazionale sull’alimentazione animale non GM, ma sono solidale alle richieste avanzate dalla categoria”.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Così l’assessore regionale all’Agricoltura, Paolo Petrini ha voluto sottolineare in una nota: “Siamo nel periodo di negoziazione del Programma di Sviluppo rurale - prosegue l’intervento - e in questo momento esprimo la più alta insoddisfazione perché la Commissione europea non si è organizzata in maniera adeguata per affrontare questo passaggio, sopratutto con l’Italia. Come ho sottolineato ieri in Consiglio regionale, è noto che a differenza di tutte le altre Nazioni europee, a eccezione della Germania, dove però ci sono pochi lander e non ci sono 21 Regioni come in Italia, gli altri Stati presentano un unico Programma di sviluppo rurale che vale per l’intera Nazione, noi ne presentiamo 21.

A fronte di questa “libertà” - cioè che la Comunità europea ci ha concesso di fare politiche differenziate che mettano in evidenza le diversità territoriali delle singole regioni italiane - non c’è stata una coerente organizzazione in termini di funzionari e di strutture dedicate. Abbiamo subito, come Regione Marche, ma ciò è avvenuto anche per le altre Regioni, semplicemente delle imposizioni che avevano come comune denominatore la volontà di omogeneizzare i Piani di sviluppo rurale presentati dalle Regioni italiane. Non c'è uno spazio politico di libertà da poter percorrere, ci sono mere imposizioni che i funzionari della Commissione europea incaricati fanno alla Regione.

Di questo sono vittime la Giunta, il Consiglio regionale, tutte le associazioni e tutti gli interlocutori che nel corso della lunghissima concertazione che abbiamo fatto sul Programma di sviluppo rurale avevano maturato aspettative, in parte diverse a quelle che invece vedranno nella stesura definitiva di questo Piano. Un Piano che noi abbiamo dovuto adeguare secondo le indicazioni dettate dalla Commissione europea.”





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 06 dicembre 2007 - 847 letture

In questo articolo si parla di regione marche





logoEV
logoEV