counter

Ancona: in scena la ridotto delle Muse Novità del Giorno

3' di lettura 30/11/-0001 -
Parte Hindemithiana il piacere dell’opera contemporanea, percorso di avvicinamento a Neues vom Tage di Paul Hindemith in scena a gennaio alle Muse nell’ambito della Stagione di Opera e Balletto 2007/8.

dal teatro delle Muse


Il primo appuntamento vede la Fondazione Teatro delle Muse e Teatro Stabile delle Marche coprodurre la messa in prosa di Novità del giorno - Neues vom Tage, in un vero e proprio spettacolo propedeutico all’opera originale con la regia di Luigi Moretti che ha liberamente riadattato il libretto di Marcellus Schiffer, collocando l’azione in un’epoca più recente e reinterpretando le situazioni in chiave più contemporanea. In scena vedremo: Luca Levi, Alessia Raccichini, Gianluca D’Ercole, i costumi di Stefania Cempini, le luci di Roberta Castragnaro con l’allestimento scenico di Mauro Marasà e l’assistenza alla regia di Adriana Formato. Lo spettacolo è in scena: il 5, 6, 7, 10, 11 e 12 dicembre al Ridotto del Teatro delle Muse alle ore 21. Sono previsti inoltre tre matinée per le scuole il 6, il 7 e l’11 alle ore 10.30. L’operazione è stata possibile grazie al sostegno della Provincia di Ancona, Assessorato alla Cultura e Assessorato al Sistema Formativo.

Dalle note di regia di Luigi Moretti: L’opera si presenta, già ad una prima lettura, in tutta la sua inquietante contemporaneità: il testo infatti si snoda sull’idea, comicamente e tragicamente marcata, della comunicazione del nulla, di una necessità parossistica di parlare e trasmettere casi personali assolutamente normali ad una massa che si immagina e si desidera e si vuole “bisognosa” proprio di questo nulla, con il quale poi nutrirsi e non pensare più… La vicenda è infatti il divorzio di una normalissima coppia, attraverso cui si imbastisce quello che oggi chiameremmo “scoop giornalistico”, gossip, che si allarga fino a trasformare i protagonisti in vere star, in beniamini di un mondo vacuo, e la loro storia in uno spettacolo teatrale.

La conclusione naturale del testo diventa dunque l’idea di questa regia: partire dalla messa in scena della vicenda, e narrarne gli accadimenti dalle tavole di un palcoscenico, sì, ma che per l’occasione trasforma le sue quinte in collegamenti a studi televisivi di varia natura. Per far ciò gli attori sulla scena sono ridotti ad un numero di tre, (Eduard, Laura, e il bell’Hermann), mentre tutti i “cori” (personaggi comunque chiave nell’orditura di questa squallida tela) parleranno da uno schermo televisivo che sarà il solo elemento scenografico della rappresentazione: una grande quinta “parlante, colorata, volgare” come quelle trasmissioni di dubbia levatura, dove tutti sono uniti nella ridicola missione di concentrare l’attenzione generale su questa ormai famosa, non si saprà mai perché, notizia da nulla…

La collocazione temporale della vicenda, che nel testo sembra appartenere ai primi del novecento, verrà individuata in un’epoca molto più vicina, pur senza una totale precisione che non appare essere necessaria. Biglietti in vendita per lo spettacolo con la regia Luigi Moretti, dal 29 novembre a 5 euro alla biglietteria del Teatro delle Muse. www.teatrodellemuse.org

Il percorso prosegue a gennaio 2008 con tre incontri a cura di Antonio Luccarini, dedicati, come nella tradizione delle Muse, a raccontare il clima e ricostruire il mondo nel quale l’opera nasce, scoprendo gli usi e i costumi, il cinema, la pittura e la cultura di quegli anni venti, anni di rinnovo estetico ed etico, precedenti alla seconda guerra mondiale. La pittura in Germania negli anni ’30 (10 gennaio), Il cinema tedesco degli anni ’30 (12 gennaio), La coppia (17 gennaio). L’incontro che chiude Hindemithiana sarà il 23 gennaio con la presentazione dell’opera a cura di Franco Serpa. Tutti gli incontri si terranno alle ore 18 al Ridotto del Teatro.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 05 dicembre 2007 - 826 letture

In questo articolo si parla di ancona





logoEV
logoEV