counter
SEI IN > VIVERE MARCHE >

Macerata: serata a teatro contro la violenza sulle donne

2' di lettura
1832

Giovedì 6 dicembre alle ore 21 (ingresso libero) al teatro “Lauro Rossi” di Macerata va in scena “Rosa violata - serata di musica e parole contro la violenza sulle donne”.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it

Lo spettacolo è promosso dalla Commissione provinciale per le Pari opportunità, d’intesa con l’omonimo assessorato della Provincia di Macerata, nell’ambito delle iniziative collegate alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne che si è celebrata in tutto il mondo il 25 novembre e che continua in Italia con diverse manifestazioni in varie città.

Protagonisti delle serata saranno la cantautrice Giovanna Marini, il musicista Andrea Mei e l’attrice Rosetta Martellini, che ha scritto la sceneggiatura ispirandosi a testi di Ensler Eve, Franca Rame, Tina Lagostina Bassi ed altre “firme” femminili, nonché a reali fatti di cronaca, anche locale.

La presentazione delle spettacolo è stata occasione per Cornelia Lanzani, presidente della Commissione provinciale per le Pari opportunità, di proporre “che vengano creati anche nella nostra Provincia dei tavoli permanenti di concertazione contro la violenza, con la presenza della Magistratura, delle Forze dell’ordine, dei servizi sociali e sanitari e delle case di accoglienza presenti sul territorio”.

“Un secondo impegno – ha proseguito Cornelia Lanzani - è il sostegno della rete e dei servizi volti a migliorare i servizi del disagio mentale, e i servizi per le famiglie immigrate partendo da un’indagine specifica sulla violenza in famiglia in modo da conoscere a fondo il fenomeno.” La Commissione, insieme agli assessorati provinciale alle Pari Opportunità e alla Sicurezza e Vivibilità, sta lavorando per una proposta di istituzione di un “telefono aperto” alle donne che vogliano semplicemente parlare o denunciare violenza.

Nella foto, da sinistra Rosetta Martellini, Elisa Cingolani, Cornelia Lanzani, Lucia Pistelli, Maria Luigia Cerolini.



Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 dicembre 2007 - 1832 letture