counter

Il ministro Melandri alla prima conferenza regionale sulle Politiche Giovanili

3' di lettura 30/11/-0001 -
Più del 90% dei giovani marchigiani dichiara di essere felice di vivere nella propria regione. Un dato rassicurante che emerge dalla ricerca sui giovani nelle Marche condotta dal Laboratorio LaPolis dell’Università di Urbino diretto dal professor Ilvo Diamanti e i cui contenuti saranno illustrati giovedì prossimo, 6 dicembre, in occasione della prima Conferenza regionale sulle politiche giovanili, in programma ad Ancona, dalle ore 9.30 alle 17.30, all’Ascensore Jazz Club.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


Un appuntamento importante, organizzato dall’assessorato regionale alle Politiche Giovanili, guidato da Luigi Minardi, a cui interverrà il ministro Giovanna Melandri, e che servirà a fare il punto su ciò che è stato fatto e a programmare il lavoro per i prossimi tre anni.

“I giovani – ha detto Minardi questa mattina alla presentazione dell’evento – sono come diamanti incrostati dalle scorie. Con un lavoro attento e minuzioso vogliamo aiutarli a fare uscire tutta la brillantezza che possiedono”. “Molto spesso – ha continuato l’assessore – si parla del disagio vissuto dai giovani. Quello che vogliamo far capire è che la Regione è attenta anche ai talenti dei giovani. E’ questa una nuova via che stanno prendendo le politiche giovanili”.

Un assessorato “giovane”, nato un anno fa e che ha già al suo attivo un Accordo di programma con il Ministero chiamato “Giovani ri-cercatori di senso”, che si fa veicolo di importanti iniziative. A cominciare dal sito istituzionale: www.pogas.marche.it, da poco attivo, su cui l’assessorato alle Politiche Giovanili conta molto: “Con questo portale – ha spiegato Minardi – realizziamo un diritto primario dei giovani: quello all’informazione. Nel sito potranno trovare tutti i servizi e le opportunità a loro disposizione per realizzare il proprio sogno”. Lo slogan è infatti “Coltiva il tuo sogno, una buona Regione c’è”. I testimonial scelti per lanciare questo messaggio sono due campioni: la schermitrice Valentina Vezzali e il calciatore Massimo Ambrosini. “Questo vuol dire – dice ancora Minardi - che le istituzioni possono aiutare i giovani a realizzare le loro aspirazioni in tutti i campi della vita, mentre l’immagine dei due testimonial intende comunicare che dietro a un campione esiste una persona normale che ha saputo coltivare il proprio sogno e lottare per realizzarlo”.

Altra iniziativa in programma a breve, che rientra nell’APQ, il 4 dicembre, dalle 10.30, al Liceo classico e istituto magistrale Carlo Rinaldini di Ancona, dove si svolgerà un incontro di presenza operativo dedicato all’attuazione del progetto “Partecipazione giovanile/e-democracy”. Al progetto collaborano l’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, nell’ambito del progetto interistituzionale “Le Marche: una regione laboratorio”, e l’Assessorato alle Politiche sociali, con la partecipazione dell’ANCI Consulta giovani amministratori e della Pastorale giovanile delle Marche, e con il coinvolgimento degli Ambiti Territoriali Sociali e dei Coordinamenti provinciali delle politiche giovanili.

Alla Conferenza regionale, interverrà anche il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, per le conclusioni dei lavori. In apertura, previsti i saluti della presidente della Provincia di Ancona, Patrizia Casagrande, e del sindaco di Ancona, Fabio Sturani. Dopo l’introduzione dell’assessore Minardi, seguirà l’intervento di Ilvo Diamanti per illustrare i contenuti della ricerca dell’Università di Urbino sui giovani nelle Marche e l’intervento del ministro Melandri. Nel pomeriggio, alle 15, i lavori riprenderanno con l’assessore regionale all’Edilizia Pubblica, Gianluca Carrabs, che illustrerà i vantaggi che le politiche abitative regionali riservano ai giovani. A seguire l’intervento dell’onorevole Luciana Sbarbati su “I giovani in Europa”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 dicembre 2007 - 696 letture

In questo articolo si parla di regione marche