counter

Ancona: il sottosegretario De Luca promette sostegno ai minori stranieri

3' di lettura 30/11/-0001 -
“La prossima settimana firmeremo la convenzione con l’ Anci per l’attuazione dei bandi nazionali a sostegno dei comuni italiani che affrontano quotidianamente l’emergenza dei minori stranieri non accompagnati”.

dal Comune di Ancona
www.comune.ancona.it


Così si è espressa ieri mattina il sottosegretario alla Solidarietà sociale Cristina De Luca che assieme al sindaco di Ancona e vice presidente nazionale dell’Anci, Fabio Sturani ha inaugurato l’Ancora, il centro di pronta accoglienza per minori stranieri non accompagnati “L’Ancora”.

“Siamo di fronte ad un emergenza – ha detto il vice presidente Anci , Sturani -. Sono oltre 8.000 i minori stranieri non accompagnati che giungono in Italia ed il problema interessa 1.100 comuni, uno su sette comuni italiani. Gran parte dei ragazzi sono rumeni seguiti dagli afgani. La spesa per i comuni italiani per assisterli è raddoppiata. Solo Ancona è passata dai 548 mila euro del 2005 ai 2 milioni 311mila euro di quest’anno”. Sommando le due voci che riguardano i minori (residenti e non accompagnati) il totale di spesa a carico dell’Amministrazione per il 2007 è pari a oltre 3 milioni di euro. Quanto alle presenze di m.s.n.a. nel capoluogo marchigiano, aggiungendo a quelle quantificate a fine ottobre i 23 nuovi arrivi di novembre e prevedendone altri a dicembre, a fine anno si supereranno le 200 presenze.

“Abbiamo ascoltato le istanze delle amministrazioni –ha detto il sottosegretario Cristina De Luca - raddoppiando il fondo di inclusione sociale per il 2008 (100 milioni) e portando a 10 milioni per il 2007 nello specifico la somma destinata ai minori non accompagnati. Non lasceremo soli i comuni di fronte alla questione. Per questo lavoriamo a stretto contatto con l’ANCI e ci stiamo attivando per sollecitare anche un intervento europeo oltre a tenere contatti con i Paesi di provenienza, contatti non sempre facili. Nel disegno di legge sull’immigrazione sono previsti interventi specifici a finanziamento e potenziamento del comitato minori stranieri non accompagnati. Gli elementi qualificanti della nuova normativa sono relativi ad un contrasto più efficace delle organizzazioni clandestine e ad una semplificazione e velocizzazione dei tempi e delle condizioni di permanenza dei minori nel nostro Paese, per far sì che chi ha trovato lavoro possa ottenere il permesso di soggiorno e non sia quindi costretto alla clandestinità” ha concluso il sottosegretario De Luca.

All’incontro con il Sottosegretario hanno partecipato Camilla Orlandi, responsabile Dipartimento Immigrazione dell’Anci, che ha sottolineato la complessità del problema dei minori stranieri (che coinvolge non solo la dimensione finanziaria ma quella sociale e giuridica) e pertanto la necessità assoluta di un coordinamento tra i soggetti, l’assessore ai Servizi sociali ed educativi Marida Burattini ed il dirigente Franco Pesaresi.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 04 dicembre 2007 - 875 letture

In questo articolo si parla di ancona





logoEV
logoEV