counter

Treia: a teatro in esclusiva regionale Pensaci, Giacomino!

3' di lettura 30/11/-0001 -
Martedì 4 dicembre al Teatro Comunale di Treia va in scena in esclusiva regionale la commedia Pensaci, Giacomino! di Luigi Pirandello per la regia e l’interpretazione di Enzo Vetrano e Stefano Randisi, secondo appuntamento della stagione teatrale promossa dal Comune di Treia in collaborazione con Amat, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Regione Marche.

da Amat


Lo spettacolo sarà preceduto da un incontro per il pubblico, proposto nell’ambito di “Scuola di platea” , progetto di introduzione al teatro finalizzato a formare il pubblico alla cultura teatrale ideato e promosso dall’Amat e realizzato all’interno di Palcoscenico Marche / Futura Memoria, progetto nato dalla collaborazione tra Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Marche, Sistema Teatro Marche (Associazione temporanea d’impresa tra Amat, Teatro Stabile delle Marche, Inteatro e Teatro del Canguro), Provincia di Macerata e altri enti locali. L’incontro, in collaborazione con il corso di Storia del Teatro della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università di Urbino “Carlo Bo”, sarà tenuto dall’esperta Rosella Chiara Troncanetti lunedì 3 dicembre alle ore 21.15 presso ex Cinema Italia.

Pensaci, Giacomino!, prodotto dal Teatro Stabile di Sardegna / Diablogues, è uno dei testi più attuali e irriverenti di Pirandello con il quale due tra le voci più interessanti della scena contemporanea si confrontano firmando una regia a quattro mani. Enzo Vetrano e Stefano Randisi ci propongono una commedia morale e umoristica, piena di grottesca comicità, ritagliata su un personaggio che affronta l’ipocrisia del mondo senza la maschera del ruolo sociale ma che, fatalmente, vede intrappolata la sua ‘non famiglia’ negli stessi meccanismi contro i quali combatte.

Il testo narra la storia di Agostino Toti, vecchio professore di liceo anticonformista, che dichiara la sua intenzione di “vendicarsi” contro il governo che lo ha costretto a una vita solitaria a causa di uno stipendio da fame, sposando una ragazzina giovanissima che beneficerà a vita della pensione che lo Stato sarà costretto a versarle in quanto sua vedova. Il caso di Lillina, figlia del bidello della sua scuola, messa incinta da Giacomino Delisi, un suo ex alunno, e adesso cacciata di casa dai genitori gli offre la possibilità di realizzare il suo piano.

“Un lavoro audacissimo”. Così Pirandello descrive al figlio Pensaci, Giacomino!, la commedia scritta per Angelo Musco, che ci fa divertire nel guardare da vicino legami familiari paradossali e tumultuose relazioni con un perbenismo di facciata. “Attraverso questo testo apparentemente comico e irriverente” scrivono Vetrano e Randisi nelle note di regia – “la nostra attenzione si focalizza sulla famiglia e sugli squilibri che possono esplodere al suo interno, scaraventandoci in un’attualità drammatica e agghiacciante, che ci coinvolge tutti e ci fa riflettere sugli aspetti diametralmente opposti della violenza e del rispetto.

Accanto ad Enzo Vetrano e Stefano Randisi gli altri protagonisti dello spettacolo sono Giuliano Brunazzi, Ester Cucinotti, Eleonora Giua, Giovanni Moschella, Francesco Pennacchia, Antonio Lo Presti e Margherita Smedile. Le luci sono di Maurizio Viani.

Per informazioni e biglietti: Biglietteria del Teatro tel. 0733 217385 – 205571, Amat tel. 071 2072439. Inizio spettacolo ore 21.15.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 dicembre 2007 - 979 letture

In questo articolo si parla di amat





logoEV
logoEV