San Benedetto: L’Università Politecnica delle Marche scommette sull’innovazione

2' di lettura 30/11/-0001 -
La rivoluzione dei trasporti ha trasformato il mercato turistico: è mutato il concetto stesso di vacanza, con una domanda più sofisticata e articolata orientata al turismo di conoscenza (ambientale, eno-gastronomico, culturale), alla ricerca di emozioni, non solo di cartoline.

dall'Università Politecnica delle Marche
www.univpm.it


La rivoluzione dei trasporti ha trasformato il mercato turistico: è mutato il concetto stesso di vacanza, con una domanda più sofisticata e articolata orientata al turismo di conoscenza (ambientale, eno-gastronomico, culturale), alla ricerca di emozioni, non solo di cartoline.

Oltre alle figure professionali tradizionali del turismo, quindi, il mercato richiede professionisti capaci di interpretare i luoghi e i loro contenuti di forte identità.

Da qui la proposta della Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche di istituire un Corso di perfezionamento per formare un nuovo esperto: il professionista dello sviluppo turistico locale, ovvero un connubio tra sapere teorico e conoscenza dall’esperienza, per amministrare e dirigere le scelte del turista, consigliarlo, assisterlo.

In altre parole, questa nuova figura deve poter essere un protagonista della sintesi strategico-operativa; un propulsore di idee e stimolatore della creatività; un coordinatore delle istanze dei portatori di interesse; un governatore di aspettative.

Il corso si svolge presso la sede di San Benedetto del Tronto, nell’Edificio Vannicola di Via Mare 220 a Porto d’Ascoli. La domanda di iscrizione e il relativo bando sono consultabili sulla home del sito dell’Università Politecnica delle Marche (Corso di Perfezionamento in "Professionista dello sviluppo turistico locale").

http://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServePG.php/P/417510010300/M/327610010307 Il corso intende fornire le competenze necessarie alla promozione di località turistiche fondate sull’accoglienza degli ospiti, si sentano quasi dei cittadini, ancorché provvisori, e realizzino un rapporto pieno con l’identità del luogo, il paesaggio, le caratteristiche naturali e culturali, il patrimonio antropologico della popolazione locale.

L’obiettivo è formare professionisti impiegabili sia in ambito pubblico (per la gestione dei sistemi turistici locali territoriali, la programmazione delle attività turistiche pubbliche, ecc.) che privato (la programmazione e gestione di resort e reti di ospitalità innovative quali agri-turismo, B&B, vendita di case).

La durata del corso è di 300 ore, 200 di didattica frontale e 100 di stage; e avrà inizio il 18 gennaio 2008 per completarsi entro il mese di settembre 2008.

La tassa di iscrizione è fissata in euro 2700, ma nel caso di erogazione di contributi da parte di enti pubblici o privati, i primi studenti della graduatoria, per un massimo di 15, saranno esonerati dal versamento del contributo di iscrizione. Il termine per la presentazione dlela domanda di iscrizione è fissato al 7 dicembre 2007.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 novembre 2007 - 1371 letture

In questo articolo si parla di università politecnica delle marche





logoEV